Ridere a Idlib

“E’ un aereo o una bomba?”. “Una bomba. Quando arriva ridiamo”. Salwa ha tre anni e ride come ridono i bambini piccoli, con tutto il corpo, saltellando e gettando indietro la testa. Ride delle bombe che cadono su Idlib, suo padre ha trasformato la guerra in un gioco, per non farla vivere nella paura. E ridono tanto, nella città siriana da dove in soli tre mesi sono fuggite quasi un milione di persone. Ridono di una gioia vera: quella di un padre felice di essere riuscito a difendere sua figlia dalla paura. E quella di una bimba di tre anni che gioca.(guarda)

Redazione