Le polemiche sull’ANPI,
anche da noi serve una de-escalation

Confiteor. Nella dottrina cattolica il Confiteor che ai fedeli è chiesto di recitare all’inizio della Messa è qualcosa di diverso dal Credo, la mera attestazione di fede. Il Confiteor segnala il…



Ucraina: tocca all’Europa
cercare la via della de-escalation

L’escalation della guerra sembra compiere ogni giorno, quasi ogni ora che passa un passo verso il disastro. Le prospettive di fermarla si fanno sempre più complicate, tra la cieca determinazione di…



Nel fiume della
propaganda bellica
affoga il buon senso

Ci si è messo anche Gramellini. Non è la prima volta che il mieloso intrattenitore televisivo impugna lo schioppo. Nella sua rubrica sul Corriere di ieri (il quotidiano che era stato a suo tempo…



Houston, abbiamo un problema: lo chiamano democratura

Abbiamo un problema. Non come la navicella spaziale Apollo 13, che più di 50 anni fa ha rischiato di schiantarsi, ma questa volta ad avere grossi problemi è la democrazia. La democrazia - Winston…



L'imperatore Federico II con il sultano d’Egitto, al-Malik al-Kāmil

Federico II e la crociata pacifica: quel che la storia NON ci ha insegnato

Di fronte al dramma della guerra scatenata nel XXI secolo dalla Russia del presidente-autocrate Vladimir Putin contro l’Ucraina filo-occidentale presieduta da Volodymyr Zelensky, può venire in mente…



Unipolarismo Usa?
Smettiamola
con i falsi miti

Tra le voci dissonanti nel coro unanime di esecrazione anti-russa si possono mettere agli atti due reticenze rumorose, firmate Salvini e Berlusconi, portabandiera della cordialità verso il gigante…



E’ morto Zhirinovsky, il “liberale” più nazionalista di Putin

“Era un figlio della Patria”. Il titolo di scatola delle Izvestja. La notizia del giorno. In alto i cuori per Vladimir Volwovich Zhirinovsky, nato in Kazakhstan, morto a 75 anni in un letto…



La guerra moderna è una malattia che non lascia scampo

L’incremento delle spese militari è una vergogna, ha detto Papa Francesco. Tanto più intollerabile perché nel 2022 il governo ha previsto un taglio di 6 miliardi di spesa in ambito di sanità…



Orbán resta al potere, ma si sfascia l’alleanza sovranista di Visegrád

Viktor Orbán resta al potere. Secondo i dati disponibili a tarda notte il premier ungherese avrebbe vinto le elezioni parlamentari con oltre il 50% dei voti e avrebbe assicurato al suo partito,…



Paesi poveri

In Europa la crescita perderà molti punti e saranno necessari grossi sacrifici. Però in questo momento il mio primo pensiero va alla moltitudine di Paesi in via di sviluppo che dipendono per la loro…



Da “All’armi” a “Zapad” un alfabeto per capire questa guerra

Ecco un alfabeto della guerra in Ucraina per tentare di orizzontarsi, con fatti e documenti, in una crisi epocale dei rapporti Est-Ovest. Ma prima facciamo gli scongiuri. Frank Fukuyama, politologo…



Giornali e tv chiusi:
vittime della guerra
sul “fronte interno”

Oleg Kuvaev è un artista di San Pietroburgo, 55 anni, che oggi vive in Israele con la famiglia. Nel 2001 creò “Masyanya”, una serie web animata che è da allora popolarissima in Russia, brevi episodi…