Bene supremo

Se si restringe il numero degli eletti metteremo più potere nelle mani di meno persone, che diventeranno maggioranza e avranno margini di manovra tali per cui non ci vuole Einstein per comprenderne…



no referendum

Il 20 e 21 settembre
diciamo un “no” forte
contro demagogia e vaffa

Il Sì sarebbe popolare e il No elitario e conservatore? Ma scherziamo? Per me il Sì è solo una scorciatoia, direi l’ennesima trovata, per lasciare ai partiti e ai loro sempiterni capi e capitani…



democrazia

Referendum, la democrazia rappresentativa va riformata, non demolita

Ci sono dei momenti in cui non è possibile tacere, occorre alzarsi in piedi, ed esprimere il proprio giudizio a voce alta. Sono i momenti in cui vengono prese decisioni che peseranno nella vita di un…



Senza politica

Prevedo la spoliticizzazione completa dell'Italia: diventeremo un gran corpo senza nervi, senza più riflessi. Lo so: i comitati di quartiere, la partecipazione dei genitori nelle scuole, la politica…



Caro Pd, con il sì al referendum rischi di finire fuori strada

Pochi giorni fa Andrea Orlando, vicesegretario del Pd, ha dichiarato: “Il Pd darà l’indicazione di votare Sì. Non possiamo dare indicazioni diverse, dopo aver votato sì al taglio dei parlamentari”.…



Il nostro futuro?
Troppe incertezze:
sarà senza stabilità

Come sarà il futuro prossimo che ci stanno raccontando? Il futuro, per definizione, giace nel grembo degli dei, ma non abbiamo più la pazienza di fare “sacrifici” per cercare di indovinarlo ed…



Cinque motivi per votare no
al referendum

Dopo il rinvio causato dall’emergenza coronavirus, il governo ha deciso: il 20 e 21 settembre si terrà il referendum costituzionale sulla modifica degli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione. Il…



Jobs act bocciato
in Europa: per chi
suona l’articolo 18

La lunga marcia della Cgil, intrapresa sul finire del 2015 con l’obiettivo di delineare una proposta alternativa di politica del diritto e di politica giudiziaria nel contrasto alle nequizie del Jobs…



corbyn

Le ragioni della sconfitta di Corbyn
L’inquietante strategia dei conservatori

Tutte le sconfitte sono dolorose, sia individuali che collettive. Alcune però lo sono più di altre e anche a un mese di distanza, quella del Labour Party alle elezioni politiche nel Regno Unito è…



gran bretagna Corbyn Johnson

Tre ragioni per la sconfitta di Corbyn
L’inquietante strategia dei conservatori

Tutte le sconfitte sono dolorose, sia individuali che collettive. Alcune però lo sono più di altre e anche a un mese di distanza, quella del Labour Party alle elezioni politiche nel Regno Unito è…



Corbyn estremista?
No, non doveva
riproporre il referendum

Innanzitutto vale la pena ricostruire un poco di storia pre-elettorale: dopo il referendum del 2016, alle vittoriose elezioni del 2017 e per un anno dopo di queste la posizione del Labour guidato da…



La Brexit (o no?)
sarà sotto
l’albero di Natale

I giornali britannici l’hanno subito chiamato Brexmas, un Natale dominato dalle elezioni politiche anticipate del 12 dicembre, fissate con una legge approvata con 438 voti contro 20. È la prima volta…