Storia di due amiche e una città. Arriva in sala la genialità di Elena Ferrante

Quando si va a vedere un film tratto da un libro c’è sempre il timore di una delusione. E’ un rischio. Specialmente se il libro lo si è molto amato. Le pagine parlano ad ognuno in modo diverso. A…



Dov’è finito il servizio pubblico? Il Tg1 propina social e propaganda

Tg1 delle ore 20 di giovedì 22 agosto. Pastone politico sullo scontro Fico-Salvini sulla nave Diciotti: in onda la pagina twitter del presidente della Camera (“adesso i 177 devono sbarcare”) e in…



E se il governo cadesse grazie ad una destra costituzionale?

Non so se l’avversario che sconfiggerà il governo giallo-verde sarà una coalizione di sinistra o una destra costituzionale. Quello che avverto è che la coalizione sta raschiando il fondo del barile e…



Dalla Tv di Putin alla guida della Rai la resistibile ascesa di Marcello Foa

Fra le tante perplessità che accompagnano la designazione di Marcello Foa alla presidenza della RAI c’è anche quella relativa alla sua collaborazione con l’emittente Russia Today. Non si tratta di un…



Frizzi, un discutibile evento mediatico

Passata la settimana santa nel lutto per Fabrizio Frizzi, elaborato il dolore (vero, sincero, del suo pubblico), si può ora forse esprimere anche lo sdegno. Per il soffocante, esagerato, improbabile…



Giù le mani da Fabrizio Frizzi

  Chiunque abbia partecipato a un funerale dicendo cose (io da tempo non vado ai funerali), generalmente coglie l’occasione per parlare di sé o per usare il defunto per piccole vendette che lui…



Addio Ballandi, padrone
della tv che si è arresa

“Io non so mica l’inglese, ho la terza media”: Bibi Ballandi si vantava di essere uno che arrivava dalla gavetta; se lo poteva permettere, visto che in tv contava più di qualunque direttore generale…



Un Sanremo nel segno di Fiorello
che piace anche se non piace

Tutti fermi. E’ cominciato il Festival di Sanremo. Qualunque cosa affermino i detrattori (molti meno di quanti si atteggiano ad esserlo) o gli espliciti e appassionati sostenitori, un fatto è certo:…



Auschwitz negli occhi di Sami
La vita di Modiano nel film di Veltroni

Gli occhi di Sami. Sono proprio gli occhi di Sami che restano impressi nella memoria. Perché in quegli occhi c’è tutto: dalla luce al buio. Si accendono quando esprimono la speranza e si spengono,…



La par condicio
e il terrore di Sanremo

E ci risiamo con il balletto della par condicio. Il periodo in cui a decidere cosa, chi, quanto, si vede in tv sono i partiti. Perché tra Commissione (parlamentare) di vigilanza che decide per la Rai…



Rai, macché riforma è un attacco al canone

Una botta di populismo elettorale. Qual è la tassa più odiosa? Il canone tv. Che fare? Abolirla. E che fare della Rai? Quel che capita capita: venderla, inzepparla di pubblicità, mantenerla a spese…



La donne in Rai sono desaparecidas

L’immagine delle donne così come è rappresentata dalla Rai è cosa da Anni Cinquanta. Siamo al “bella ma oca” o giù di lì. Stereotipi a profusione. La realtà è altrove. La foto (impietosa) è voluta…