Carrara, la poesia in un abisso
alla disperata ricerca dell’Altro

Domenico Carrara è morto, ma ci ha lasciato in dono la sua poesia. Ha pubblicato la raccolta C’è chi si lamenta della pioggia, che la casa editrice Homo scrivens, in sua memoria, ha reso scaricabile…



il mondo nelle mani

Basta scuse.
Quelle di odio non sono
solo parole

Non solo solo parole. E non ci sono scuse, basta. Ne abbiamo sentite tante, di scuse, e “ma no, non avete capito”, “non ho detto esattamente così”, “non intendevo quello” e via andando. Così non…



verità e giustizia

La lezione di Fortini. Verità e giustizia contro dileggio e rancore

E ora che abbiamo la casa e la giusta fatica / e ci volgiamo indietro / e diciamo che bello fu essere giovani / ma più bello guardare così - // ora che nuove stelle salgono / su cieli promessi anche…



Pericolo pubblico

“Loro” possono, o meglio debbono essere incolpati per il malcontento, l’insicurezza e il disorientamento che ci affliggono dopo un quarantennio in cui si sono verificati i più repentini e profondi…



La vera sfida
è costruire una
politica per le persone

Mi è capitato di riprendere in mano Gli intellettuali e l'organizzazione della cultura di Antonio Gramsci, pubblicato nel 1975 per Editori Riuniti - e c'è un punto di quegli scritti di cui…



“Noi” e “io”

Ma oggi che siamo arrivati all’esasperazione della gara di tutti contro tutti ripensare un soggetto politico di liberazione e di giustizia sociale unitario e plurale, in cui si possa essere “noi” e…



Chi è il popolo?

Nelle democrazie costituzionali le maggioranze che si succedono si impegnano a interpretare le norme fondamentali comuni; cosicché, nonostante le differenze, la grammatica resta la stessa, come pure…



Le parole di Grasso
gli slogan di Renzi

Una delle parole più usate da Pietro Grasso nel suo discorso di investitura è futuro. Le altre due sono noi e inclusione. E’ significativo che un uomo che per età anagrafica apparterrebbe, secondo la…



Noi

Nella storia d’Italia c’è un prima e un dopo. Prima, l’unico pronome personale autorizzato è il “noi”: usare la prima persona singolare appare un deviazionismo esecrabile. L’orizzonte da frequentare…