E se dopo Casellati
il jolly fosse Fico?

Non è andata. Non è stata risolutiva la prima giornata del mandato esplorativo assegnato dal presidente della Repubblica alla seconda carica dello Stato, Elisabetta Alberti Casellati. Forse senza delusioni…


Essere o non essere
Il Pd serve ancora?

È uno spettacolo curioso, ma suo modo divertente quello al quale stiamo assistendo in questi giorni. Qualcosa che ricorda Pirandello, e che effettivamente fa riflettere sul degrado al quale sono arrivate la…


Solo Tambroni era più a destra

Di fronte al governo Di Maio-Salvini bisogna non affrettarsi nei giudizi, tranne uno: è un “governaccio”, la cosa più a destra dopo il governo Tambroni. Non bisogna aver fretta su altri fronti. Non è detto che…


Di Maio, trattative e aria di prima repubblica

Finora siamo stati travolti dalle parole. Dalle parole e dalle formule. Nemmeno un’idea, dico una. Nemmeno un contenuto – figurarsi un progetto - sul quale cercare faticosamente di costruire un’alleanza, una…


Perché un pregiudicato sale al Quirinale?

Ha forzato la mano mettendo il suo nome sul simbolo. Ora rep­lica presentandosi al Quirinale a capo della delegazione di Forza Italia. Non è che nell’un caso e in questo Silvio Berl­usconi non potesse farlo.…


Caro De Masi, il M5S non c'entra niente con il Pci

Va spesso in tv il sociologo Domenico De Masi, considerato uno studioso molto vicino al M5S. La tesi che ricorre nei suoi interventi è che il M5S è la riproduzione, certo in altra forma, del vecchio Pci. Qui,…


Al Pd serve un nuovo leader
e una nuova politica
per evitare l'immobilismo

A un mese dalla storica sconfitta del 4 marzo e il giorno in cui sale al Quirinale per le consultazioni del presidente Mattarella il Pd appare in piena confusione. Una crisi peraltro abbastanza comprensibile:…


Capibastone

Il rischio che il Pd possa affondare si manifesta evidentemente quando un partito che ha perduto la metà dei voti, il rapporto con gli strati popolari e con i giovani, che è stato sconfitto in tutte le…


Così chi urlava contro le poltrone
se le è spartite tutte
violando la prassi democratica

“Non abbiamo a cuore le poltrone ma che venga fatto ciò che i cittadini aspettano da trent’anni”. Così scriveva Luigi Di Maio, leader pentastellato e premier in pectore (almeno nel suo) sul suo blog l’11 marzo…


La sinistra e il popolo
da cui tornare

Si dice: ora dobbiamo tornare dal popolo. Sembra la ricetta magica per una sinistra che non da oggi, ad ogni sconfitta, non sa che fare e ripete quella frase come fosse un mantra con il quale salvarsi l’anima.…


Certo non al governo
Il resto è in alto mare

Colpito duramente dagli elettori, stretto tra gli appelli alla responsabilità e l'urgenza di avviare la difficile ricostruzione del centrosinistra, il PD ha messo ieri i primi punti fermi con le scelte della…


Trappola

Quello che mi preoccupa di più è la totale assenza di un’élite di governo. Il M5S non ha classe dirigente. L’abbiamo visto a Roma. Non vedo con quali uomini e donne potrebbero vincere la leggendaria ritrosia…