“Siedimi accanto”, rivoluzione gentile con l’arma fragile della poesia

[[ Aspettano qualcosa, aspettano / lo strappo. L'hanno immaginato mille volte, / mille volte. / Parte dal guinzaglio o dalla bocca del cane / che lo morde, parte dalla fretta del passaggio. / Si apre…