Speranza

L’importante è imparare a sperare. Il lavoro della speranza non è rinunciatario perché di per sé desidera avere successo. Lo sperare, superiore all’aver paura, non è né passivo come questo sentimento né, anzi meno che mai, bloccato nel nulla. L’affetto dello sperare si espande, allarga gli uomini invece che restringerli, non si sazia mai di sapere che cosa internamente li fa tendere a uno scopo e che cosa all’esterno è loro alleato.
Ernst Bloch