Semilibertà

Non hanno ancora scontato un solo giorno di carcere per il rogo che nel 2007 uccise 7 operai alla Thyssen. Ora i manager condannati in Germania hanno ottenuto la semilibertà. “Devono ancora inventare un aggettivo per esprimere le sensazioni che sto provando ora. Cinque anni erano pochi, ma almeno erano qualcosa.  Mi hanno insegnato che le sentenze non si discutono. Credo però che sia arrivato il momento di iniziare a discuterle, altrimenti non vale più niente. In questo processo non c’è più nulla di normale”.

Antonio Boccuzzi, operaio della Thyssen sopravvissuto