Gap

A Milano quattro ragazzi di quinta liceo hanno messo su un sito (pc4u) che fa incontrare domanda e offerta di computer usati. Loro li ricondizionano e li consegnano a chi ne ha bisogno, con tanto di sticker auto-prodotto con un cuore e la scritta che recita: “La didattica digitale è un diritto di tutti”. Obiettivo, “ridurre il gap tra chi ha più e chi ha meno”. Intanto 83 milionari sparsi nel mondo chiedono ai governi “di aumentare le tasse su persone come noi. Subito. Sostanzialmente. In maniera permanente.” Perché il virus ha mostrato quanto sia ingiusta la forbice sociale e i soldi vanno presi dove ci sono. Tra chi ha di più. Per ridurre il gap, appunto.

Redazione