Destra d’assalto

I programmi di questa destra d’assalto non promettono granché a chi di fabbrica vive e in fabbrica stenta. Certo, svetta il tema delle pensioni, con la promessa di qualche anno in meno di tormento su un posto di lavoro per cui non si immaginano miglioramenti. Ma per il resto flat tax e condoni fiscali vanno in direzione ostinata e contraria. E può sorgere legittimamente la domanda su quale pulsione masochistica spinga strati sociali consistenti a votare contro i propri stessi interessi.

Marco Revelli