La nostra utopia

Credo che dobbiamo proporci un’utopia della liberazione del lavoro che non aspetti momenti magici o un nuovo corso della storia e che sperimenti sul campo quello che è possibile fare, che è immediatamente possibile fare per mutare il lavoro e la vita delle persone. Un’utopia della trasformazione della vita quotidiana, per la gente che lavora prima di tutto. E’ un’utopia che persegue oggi, non domani, la realizzazione di nuovi bisogni e di nuovi diritti delle persone.

Bruno Trentin