Il gregario

Filastrocca del gregario/corridore proletario,/
che ai campioni di mestiere/deve far da cameriere,/
e sul piatto, senza gloria,/serve loro la vittoria./
Al traguardo, quando arriva,/non ha applausi, non evviva./
Col salario che si piglia/fa campare la famiglia/
e da vecchio poi si acquista/un negozio da ciclista/
o un baretto, anche più spesso,/con la macchina per l’espresso.

Gianni Rodari