Normalizzati

La normalizzazione trasforma ciò che è moralmente straordinario in ordinario. Ci consente di tollerare ciò che un tempo era intollerabile inducendoci a credere che sia sempre stato così. La normalizzazione dell’ideologia fascista farà apparire eccessive le accuse di “fascismo” anche nelle società in cui la politica sta prendendo questa svolta pericolosa. La normalizzazione implica che le posizioni ideologiche estreme non sono riconosciute in quanto tali ma accettate come normali. L’accusa di fascismo apparirà sempre estrema; normalizzazione significa che i limiti per l’uso legittimo di una terminologia “estrema” si spostano in continuazione.

Jason Stanley, Noi contro loro