Giustizia climatica

2,3 tonnellate di Co2 pro capite ogni anno. E’ la soglia che ogni singolo membro dell’umanità non dovrebbe superare entro il 2030  per limitare il surriscaldamento globale a 1,5 C°.  L’1 per cento più ricco della popolazione mondiale con gli attuali trend sfiorerà invece le 70 tonnellate pro capite, contro le 0,81 del 50% più povero.  L’un per cento – 80 milioni di persone – sarebbe quindi responsabile della produzione di 5,6 miliardi di tonnellate di Co2, mentre 4 miliardi di persone ne produrrebbero 3,2 miliardi. La giustizia climatica comincia dai numeri.

Dati Ieep Oxfam