Fratelli

Io sono, in un certo senso, un evaso da quel mondo dove ancora imperano in larga misura l’ignoranza, la superstizione, i pregiudizi. Ci sono vissuto e so quanto siano grandi gli sforzi per tentare di uscirne. Ma in quel mondo, dietro quel muro, vi sono ancora milioni di italiani. Dobbiamo andare fra quelle masse di nostri fratelli, come un trattore potente su un terreno incolto da secoli per fecondarlo e trarlo a coltura, a vita, a bene della società.

Giuseppe Di Vittorio