Eutanasia

Per nostra figlia vogliamo soltanto la pace. La sua vita non è più vita, è pura sofferenza. Samantha non avrebbe mai voluto un’esistenza così, in un letto di ospedale, senza più coscienza, alimentata con una sonda, tormentata dai dolori. Ha trent’anni e nessuna speranza di miglioramento. La nostra bambina non c’è più, lasciatela andare via.

Giorgio D’Incà e Genzianella Dal Zot, genitori di Samantha. La ragazza in novembre è entrata in coma irreversibile dopo un intervento chirurgico