Essere di sinistra

Essere di sinistra per me è rigenerarsi in una molteplice radice: libertaria (fiorire dell’individuo), socialista (miglioramento della società), comunista (comunità e fratellanza), e ora ecologica per creare un nuovo rapporto con la natura. Essere di sinistra significa avere il senso dell’umiliazione e della crudeltà e comprendere tutte le forme di miseria, anche sociali e morali. Essere di sinistra comporta sempre la capacità di considerare qualsiasi umiliazione come un orrore.

Edgar Morin