Il Museo ‘Argo Factory’, un ex birrificio costruito negli anni ’20 nel cuore di Teheran è oggi uno dei più prestigiosi centri culturali della capitale iraniana. Da giugno a settembre accoglie la mostra ‘Le mille e una notte di Pasolini’, organizzata dall’Ambasciata italiana in Iran e dalla Fondazione Pejman in collaborazione con il Fondo Roberto Villa di Milano.

Realizzato nel 100esimo anniversario della nascita di Pier Paolo Pasolini, l’allestimento rappresenta un evento eccezionale in Iran, dove Pasolini e la sua opera sono da sempre oggetto di forte ammirazione e interesse, ma nessun evento celebrativo era mai stato organizzato per ricordare il grande intellettuale italiano scomparso tre anni prima della rivoluzione

Il percorso espositivo riprende il viaggio iconico dello scrittore in Iran nel 1973 per realizzare il film “Il fiore delle Mille e una notte”, attraverso le fotografie scattate da Roberto Villa sul set del film.
Tra il materiale della mostra vi sono alcuni estratti di documentari di Pasolini (Le mura di Sana’a e Medea) e di registi iraniani e francesi sui luoghi delle riprese de ‘Il fiore delle Mille e una notte’ (Isfahan, Lettere persiane e Moschea del Venerdì) e un costume di scena del film prestato dalla Sartoria Teatrale Farani di Roma. Di particolare interesse il ritratto di Pasolini realizzato da Khosrow Hassanzadeh, artista iraniano, le cui opere sono anche nella collezione del British Museum, noto per il suo stile eclettico di pop art rivisitato.