La rivista satirica francese Charlie Hebdo è uscita con un numero la cui copertina fonde il trionfo dei talebani in Afghanistan con il furore per l’arrivo di Lionel Messi al Paris Saint-Germain.

Il fumettista Biche mostra tre persone, forse donne, che indossano il burqa, con il nome di Messi e il numero 30 sulla schiena, utilizzato sulla maglia del PSG dell’argentino.

“Talebani. È stato peggio di quanto pensassi”, si legge nel titolo di prima pagina, che mette in evidenza il fatto che il club PSG è di proprietà degli sceicchi del Qatar, ed è il paese accusato di finanziare gruppi fondamentalisti nel mondo arabo.

Infatti, Messi ha giocato diverse stagioni al Barcellona con la pubblicità della Qatar Airlines sulla sua maglia. Finora, il PSG non ha reagito contro questa copertina e l’idea intrinseca che la vendita delle maglie del club parigino con il nome di Messi e il numero 30 aiuterà a finanziare i nuovi governanti dell’Afghanistan. Nasser Al-Khelaïfi, presidente del PSG, è molto vicino alla famiglia reale del Qatar, che finanzia la squadra della capitale francese.