Dignità

Non puoi negare la dignità al prossimo se la rivendichi per te. I costituenti fornirono alla dignità una solida base materiale. Prendiamo l’articolo 36: il lavoratore ha diritto a una retribuzione proporzionata alla qualità e alla quantità del suo lavoro, sufficiente a garantire a sé e alla famiglia un’esistenza dignitosa. Cosa volevano dire i nostri padri? La dignità non è a costo zero. Esistono diritti che non sono a costo zero.
Stefano Rodotà