«Contro questo governo» centomila studenti nelle piazze di tutta Italia

No Meloni day, corteo studentesco a MIlano, largo Cairoli, ore 09:30 Corteo studentesco

Cortei, presidi, sit-in, assemblee: le piazze delle principali città italiane da nord a sud sono state attraversate dalla protesta degli studenti medi e universitari. Un coro colorato intonato dalla Rete degli studenti medi e dall’Unione degli Universitari alla quale hanno aderito centri sociali e numerose altre sigle. Roma, Palermo, Genova, Verona, Varese, Perugia, Cagliari, Forlì per citare alcune dlela oltre 30 piazze mobilitate nella mattinata, alle quali altre si sono aggiunte in Emilia, Basilicata, Marche.

«Un buon segnale ma nulla di inaspettato – dice Tommaso Biancuzzi, coordinatore nazionale della Rete degli studenti medi – gli studenti hanno paura di un governo di destra: hanno dimostrato una grande sensibilità ambientale, sui diritti civili e sulla deriva di questo sistema economico. Un governo di destra, che si è presentato contro l’aborto e con il ministro Giuseppe Valditara che è sempre stato dietro la Gelmini, non poteva che portare a questa partecipazione degli studenti».