bambini_povertà

Lo slancio di Franco Loi per uscire
dal “freddo” che minaccia il mondo

Un bambino di un anno nei giorni scorsi è morto di freddo nel gelo della foresta, al confine tra Polonia e Bielorussia. Nessuno si è accorto di lui se non i suoi genitori migranti in fuga dalla Siria…



Se la carezza non è un destino
Donne e versi su abissi di violenza

Da gennaio dell’anno in corso a oggi, novembre 2021, secondo l’ultimo report del Viminale, sono stati ottantatré i femminicidi ovvero gli omicidi dolosi o preterintenzionali aventi come vittima una…



Nella spirale, oltre la paura per raggiungere un mondo nuovo

In questo momento di riaperture, ripensare ai giorni del confinamento potrebbe significare trasformare in opportunità quel tempo che, per molti mesi, ci è apparso come perso. È quello che prova a…



Francesca Mazzotta

“Gli eroi sono partiti”: il Covid li ha trasformati in mostri da combattere

C'è stato un momento nella recente e ondivaga narrazione italiana in cui il personale sanitario veniva considerato prossimo alla beatificazione: non sono trascorsi molti mesi, erano le fasi delle…



Considerazioni (amare) sulla banalità
del vivere in tempi di post-pandemia

Il mondo desidera ripartire. Spesso, tutto ciò si trasforma in un’ansia di vita che produce movimenti frenetici, conati di divertimento o produttività che possono dare le vertigini, dopo tutto il…



La malattia e la prepotenza dell’esistere nei versi di Antonio Turolo

La malattia sa essere una faccenda molto personale; una di quelle solitudini tutte proprie, per citare Roland Barthes, nelle quali gli altri sanno lasciarci. Sofferenti in un letto di ospedale, in…



La sentinella di una morte lenta
L’epica silenziosa delle badanti

“La scolta”, titolo di questa raccolta, è la sentinella: colei che sta in ascolto. Più precisamente il termine, come ci avverte Gian Maria Annovi, indica la sentinella greca che, nell’Orestea di…



Palma: dal movimento di Genova
per attraversare la stasi del presente

divisione non c’è chiarezza nelle immagini nel flusso già alla fonte c’è acqua nei giudizi. La memoria è magra misura i vuoti la chiarezza è di parte. Dal venerdì da prima ancora non andare – andiamo…



Tra Omar e Dario Bellezza
la solitudine sbranata dal branco

Omar Palermo è morto alcuni giorni fa a 42 anni (la mia stessa età) in una clinica di Laurignano, nel Cosentino, poco distante da Corigliano-Rossano dove abitava. E' morto per cause naturali durante…



L’esistenza vissuta per sottrazione
Il segno meno di un “Futuro remoto”

Dopo più di un anno di timori e clausure, le persone sentono l’urgenza di rispettare i propri desideri, di lasciarsi andare ai lati piacevoli della vita. Quello che però ha reso evidente il dibattito…



La follia e il cinismo che lasciano segni nel terremoto, da L’Aquila al Friuli

“Non è che c'è un terremoto al giorno”. Questa affermazione che forse a qualcuno potrà risuonare famigliare è estrapolata da una intercettazione telefonica di oltre dieci anni fa. Un piccolo…



Quaderno Croato: l’importanza di essere
protagonisti del proprio destino

Sebenico // Si sosta bene sulle terrazze di Sebenico / ci si orienta e si dimenticano / le microbe proteste della fatalità / e si fa musica all'aperto a sera seduti sul prato / all'angolo di un…