Villari voleva fare lo scrittore
ma fu rapito da Marx e da Gramsci

Aveva avuto aspirazioni da scrittore e da critico della letteratura. A vent’anni, tra il 1945 e il 1946, aveva scritto racconti e poesie per il “Politecnico” di Vittorini. Un suo giovanile saggio su Leopardi…


Villari: "Machiavelli e l'illusione
della rivolta contro lo straniero"

È morto a novantadue anni lo storico Rosario Villari, studioso della storia d'Italia e del Mezzogiorno, autore di testi fondamentali della storiografia italiana, nonché di un manuale utilizzato da milioni di…


Detenuti, la seconda
chance è in campagna

La “seconda chance parte dalle campagne”. O meglio, l'esperienza di chi sconta una pena pagando il suo debito con la società, lavorando in una colonia penale agricola, raccontata ai giovani, che seguono un…


La piazza di Monticchiello,
il teatro povero e l’ospitalità

Se la piazza diventa un teatro, la vita tesse le sue trame in pubblico. Ed è una medicina contro oscurità dei fini dell’epoca. Il bene comune si prende il suo spazio e l’identità forte di un luogo, di un…

Cento scatti per Riccio
cronista napoletano

NAPOLI   -   Magro come uno stecchino, la barba ancora inesistente, appena 15 anni, un compagno della Sezione “Cariati” al Corso Vittorio Emanuele a Napoli  l’aveva guidato su al terzo piano di Vico Rotto san…


Cernivtsi, la piccola Vienna a cui l'autonomia ha distrutto l'anima

C’è una città nell’Ucraina occidentale, ai piedi dei Carpazi, che oggi si chiama Cernivtsi ma ha avuto molti nomi. In rumeno è stata Cernăuti, Cernowzy in russo, in polacco Czerniowce e Czernowitz in tedesco…


I bambini dell'Isis
e il gioco della guerra

La generazione perduta dei bambini del Califfato e il modello educativo dell'Isis per trasformare i ragazzini in guerrieri del jihad, pronti ad essere trasformarti in "shahid", in martiri kamikaze, sono…


Il fallimento del guevarismo
intrappolato nella violenza

Che cosa davvero resta del Che, oggi, mezzo secolo dopo la sua morte? Che cosa si salva, in questa babele di ossificati slogan rivoluzionari e di sfrenato mercantilismo? Che cosa si può…


Che Guevara, riflessioni
su un mito che non muore

La mattina dell’8 di ottobre di mezzo secolo fa, Ernesto Guevara de la Serna, meglio noto come “el Che” venne ferito e catturato in quel della Quebrada del Churo, nella provincia di Santa Cruz, al termine…


La migrazione dall'Africa
ha ”creato” l'Homo sapiens

Pochi se ne sono accorti. Ma negli ultimi mesi gli antropologi stanno riscrivendo la nostra storia. Che è la storia di una specie migrante. Nello scorso mese di giugno la rivista Nature ha pubblicato un…


Due passi nella memoria
al carcere delle Murate

  Eppure sembra di sentirlo ancora sulla pelle l’eco di grida di notte, passando sotto le Murate a Firenze. Adesso sulle mura ci sono finestre. Il portone – quel portone: l’ho valicato una volta sola e…


Lo scontro nel Pci di Palermo
nelle lettere di Pio La Torre

    Due piccole buste listate a lutto, ma la listarella scura non è stampata, bensì tratteggiata a penna. La prima porta i timbri postali di Palermo del 29 maggio 1951, la seconda quelli del 30…