Continuano in tutto l'Iran le proteste contro l'obbligo del Hijab

La guerra degli ayatollah contro i bambini, 58 uccisi in 2 mesi di proteste

Ci siamo tagliati ciocche di capelli e espresso solidarietà. Aspettiamo di vedere che cosa faranno sul campo dei mondiali i giocatori della nazionale iraniana, se canteranno o meno l'inno del loro…



Cop 27, un fondo per i danni da clima. Ma non si parla di ridurre i gas serra

Come si dice a Napoli a proposito di una cosa dal risultato facilmente prevedibile, non c’era bisogno della zingara per sapere come sarebbe andata a finire la Cop27 a Sharm el-Sheikh. Forse, però,…



Trump è un candidato bollito ma il trumpismo non è ancora morto

“Florida man makes announcement”. Uomo della Florida fa una pubblica dichiarazione. Con quest’alquanto anodino titolo – un taglio ostentatamente basso, anzi bassissimo, in prima pagina – il New York…



Armi nucleari, il passo indietro di Biden è un grave rischio per l’Europa

Nel 2017, l’allora Vice Presidente degli Stati Uniti Joe Biden dichiarò “difficile da immaginare un plausibile scenario nel quale il primo uso di armi nucleari da parte degli Stati Uniti sia…



Le tre “D” che spiegano il flop di Trump e della resistibile ascesa della sua destra

Molti, letti i sondaggi della vigilia, avevano pronosticato un vero e proprio “red tsunami”, uno tsunami rosso. Altri, più inclini alla prudenza, s’erano preparati – chi con ostentata euforia, chi in…



Clima, Cop 27, quegli abissi tra promesse e azioni necessarie

Domenica 6 novembre si sono aperti i lavori dell’annuale Conferenza delle parti. È la 27sima Cop dalla prima che si tenne a Berlino nel 1995 quando le Nazioni Unite cominciarono a prendere coscienza…



netanyahu

Incubo in Israele: vince Netanyahu, ma è ostaggio dell’ultradestra

Israele sbanda pericolosamente a destra sull’onda del successo elettorale dei nazionalisti ultra-ortodossi. Una vittoria annunciata quella dell’estrema destra, ma che si è rivelata superiore a ogni…



Ignatio Lula

Vince Lula, il Brasile chiude l’era buia di Bolsonaro ma il paese è diviso a metà

Luiz Inácio "Lula" da Silva è il nuovo Presidente del Brasile, ha vinto in “volata” con il 50,8% dei voti contro il 49,2% sul suo avversario. Una competizione elettorale così radicalmente polarizzata…



netanyahu

Israele al voto con l’incubo della destra nazionalista

Sullo sfondo della sfida tra il premier uscente Yiar Lapid e il sempiterno Benjamin Natanyahu, nella campagna elettorale israeliana si è imposta l’inquietante figura del parlamentare di estrema…



La mission impossible di Rishi Sunak, il ricchissimo figlio dell’India

'Back again? Dear, oh dear,'. Lo diceva Re Carlo all’ex prima ministra Liz Truss un paio di settimane fa al loro primo incontro in un’espressione abbastanza intraducibile (Di nuovo? Oh miei…



Brasile, la posta in gioco al ballottaggio presidenziale

Il risultato delle elezioni presidenziali del 2 ottobre 2022 in Brasile ha sorpreso per la magra vittoria di Lula (48%) su Bolsonaro (43%), quando tutti i sondaggi ufficiali indicavano una differenza…



gasdotto

Israele-Libano: piccoli passi di pace grazie al gas

Israele e Libano hanno raggiunto, con la mediazione Usa, un accordo per lo sfruttamento di due giacimenti di gas che, di fatto, stabilisce nuovi confini marittimi tra i due Stati. Sull’intesa…