Referendum, tra le ragioni del Sì e del No prevalga la democrazia

È paradossale. Le destre in questo referendum sono oggettivamente avvantaggiate: se vincesse il SI alla riduzione dei parlamentari, loro potrebbero affermare che il popolo vuole superare la repubblica parlamentare per un…


D'Alema e la "politica democratica"
per riformare il capitalismo

Massimo D’Alema ha pubblicato un saggio, assai interessante, sobrio e accessibile: “Grande è la confusione sotto il cielo”. Quello che scrive non è il D’Alema conosciuto della politica attiva, ma il professore dell’Università…


Il cambiamento
non vincerà senza un movimento popolare

La crisi dell’Italia viene da lontano. Da quella economica e sociale del 2008 non si è ancora usciti. Ad essa si è sommata la crisi sanitaria del covid che ha modificato e aggravato pesantemente tutta la situazione sociale ed…


Quel che manca
ai democratici
è un profilo riformatore

Il voto regionale umbro ci dice che l’inversione di tendenza negli orientamenti elettorali ancora non c’è stata e che il centro destra mantiene la sua prevalenza su PD e 5stelle. L’Umbria è stata investita da scandali pesanti che…


Le primarie
del Partito democratico
e gli interessi dell'Italia

Cosa diranno le primarie del Pd domenica prossima, interessa le forze popolari e del lavoro. Non perché si possano determinare le condizioni per nuove convergenze identitarie sul quel partito, cosa assolutamente improponibile,…


Un nuovo partito contro lo sfruttamento

Il voto del 4 marzo indica una chiara volontà di cambiamento. Infatti 5stelle incrementano di oltre due milioni di voti i precedenti otto milioni e mezzo e la Lega passa da circa un milione e quattrocentomila voti del 2013 a…