Il nuovo governo
di Berlino: la Ue
del futuro nasca
dai diritti dei cittadini

Nell'accordo di coalizione sulla base del quale nasce il nuovo governo tedesco c'è un passaggio molto interessante che riguarda il futuro dell'Unione, che è al centro della Conferenza sul futuro dell'Europa. Si tratta di un…


Patto sui migranti, manca la firma italiana
Che aspetta Draghi?

Quel che sta avvenendo alla frontiera fra la Polonia e la Bielorussia rappresenta la ripetizione di un dramma che si ripete da anni in tutto il mondo e che gli Stati ricchi cercano di risolvere con la costruzione di muri che…


Lo strappo polacco
richiede più Europa

Il progetto di trattato che istituisce l’Unione europea (“progetto Spinelli”) aveva iscritto – fin dal suo preambolo – la preminenza del diritto dell’Unione sui diritti nazionali, considerandola come una condizione indispensabile…


Le ombre dell'era Merkel sul processo d'integrazione europea

La cosiddetta «era Merkel» si avvicina alla sua conclusione dopo sedici anni da quando Angela entrò nel Palazzo della Cancelleria il 22 novembre 2005. Si avvia lentamente alla sua conclusione perché i tempi per la formazione del…


Next generation
a rischio per via
di 5 paesi recalcitranti:

Sono ora ventidue i parlamenti nazionali che hanno dato il loro accordo all’aumento del massimale delle risorse proprie europee fino al 2%, necessario per consentire alla Commissione europea di creare debito pubblico europeo e…


Non c'è spazio per i sovranisti
nel perimetro europeo di Draghi

“Sostenere questo governo – ha precisato Mario Draghi – significa condividere l’irreversibilità della scelta dell’Euro, significa condividere la prospettiva di un’Unione europea sempre più integrata (la ever closer Union dei…


Governo: un errore
la mancanza del ministro
agli Affari Europei

Fatte salve le poche parole pronunciate da Mario Draghi da quando il Presidente Sergio Mattarella gli ha attribuito il 3 febbraio il compito di presidente incaricato, abbiamo scarne idee sulle priorità programmatiche del suo…


Cinque priorità
per un esecutivo
davvero europeista

Nella sua decisione di tentare la via di un “governo di alto profilo", che non debba identificarsi con alcuna formula politica”, affidando poi a Mario Draghi il difficile compito di assumerne la guida, il Capo dello Stato Sergio…


Via il veto sovranista
ma ancora in salita
la strada della ripresa

Il blocco provocato dalle minacce di veto da parte dei sovranisti d’Ungheria e di Polonia è stato superato, forse più per la rivolta della società civile nei due paesi che per l’iniziativa della presidenza tedesca del Consiglio…


Giscard d’Estaing visto da vicino:
un europeista, ma con qualche freno

Parafrasando gli scritti di Giulio Andreotti potrei dire di Valéry Giscard d’Estaing: “visto da vicino”. Sono stato eletto segretario generale del Movimento europeo internazionale – una rete di organizzazioni europee e di sezioni…


Next Generation EU: il voto
a maggioranza contro
i ricatti di Ungheria e Polonia

Gli ambasciatori di Polonia e Ungheria hanno annunciato ai loro colleghi del Comitato dei Rappresentanti Permanenti (Coreper) che i loro governi potrebbero votare contro il Quadro Finanziario Pluriennale 2021-2027 se fosse…


Next Generation Ue,
l'accordo che limita
il ruolo dei governi

Quasi a sorpresa, la delegazione del Parlamento europeo incaricata dei negoziati sul bilancio europeo 2021-2027 e la presidenza tedesca hanno raggiunto prima il 5 e poi il 9 novembre un accordo sulle questioni principali che…