Lo scambio tra Ue e Turchia: soldi e blindati contro i profughi

Con i soldi che la UE versa alla Turchia perché “gestisca” i profughi evitando che arrivino in Europa il regime di Erdogan acquista armi che impiega per uccidere i fuggiaschi che cercano di passare il confine dalla Siria. E si…


Caso Skripal, dubbi e profumo di spie

C’è davvero da sperare che il governo e i servizi segreti britannici abbiano qualche prova seria per sostenere la diretta responsabilità delle autorità russe, o di Vladimir Putin in persona secondo le ultime dichiarazioni del…


Nasce (con un brivido)
il nuovo governo Merkel

Per Angela Merkel una rielezione col brivido. Quando il presidente del Bundestag Wolfgang Schäuble ha letto il risultato della votazione c’è stato un attimo di gelo: la cancelliera vecchio-nuova si è fermata a 364 sì: 35 in meno…


Siria: una vendetta
senza strategia

Tanto tuonò che…piovigginò. L’annunciatissima, sbandieratissima, minacciatissima ritorsione anglo-franco-americana contro Basher al-Assad è stata davvero poca cosa. Qualche missile lanciato dalle navi americane e qualche sorvolo…


Trump va alla guerra dei dazi
ma la posta è anche la NATO

“You’re fired”. Trump licenzia il segretario di Stato Rex Tillerson e lo sostituisce con il capo della Cia Mike Pompeo e l’ennesimo terremoto scuote la sua amministrazione mentre si discute come (e in un certo senso anche perché)…


Lili Marleen, la canzone
che faceva fermare la guerra

“Dammi o Samuela,/ da tener sul cuor/qualche filo almeno/ dei tuoi capelli d’or”. Questa strofetta l’ho nelle orecchie da sempre. La melodia è quella di Lili Marleen ma le parole non corrispondono a quelle del testo italiano…


Europa, come battere
il liberismo

Il bilancio annuale dell’Unione europea ammonta a circa 140 miliardi di euro, il capitale sottoscritto dagli stati nella Banca Europea degli Investimenti è di 163 miliardi. A prima vista sembrano tanti soldi, ma se si…


Ora torniamo ad essere
l'anello debole della UE

Ed eccoci di nuovo a recitare il ruolo sciagurato dell’anello debole dell’Europa. Non serve spendere troppo tempo a studiarsi reazioni e commenti alle nostre elezioni nelle altre capitali e a Bruxelles: con i tre partiti…


SPD, il tormentato sì
alla groβe Koalition

I socialdemocratici tedeschi hanno votato per la groβe Koalition. L’esito del referendum che i vertici della SPD avevano indetto tra gli iscritti al partito chiedendo di approvare o respingere l’ipotesi di una terza alleanza con…


A destra arriva Tajani
e Salvini bacia il rospo

Tanto tuonò che piovve: dopo aver fatto uno spericolato slalom tra l’evidenza di quello che voleva e la reticenza di quel che non diceva, Silvio Berlusconi ha rotto gli indugi e ha fatto il nome di Antonio Tajani. Sarà lui il…


Tajani, ovvero il mistero
del candidato non candidato

Che ci sia ciascun lo sa, ma chi sia nessun lo dice. Perché Silvio Berlusconi non dice chiaro e tondo che il candidato di Forza Italia per la presidenza del Consiglio è Antonio Tajani? Lasciamo stare le sottigliezze…


Smarrimento

La sinistra europea avrebbe dovuto dar vita a una nuova cultura politica e progettuale, capace di incanalare le innovazioni emerse su ogni versante in funzione dell’interesse collettivo e dell’inclusione sociale. Invece essa,…