Come ridaremo la vita alla generazione
sperduta nel deserto della malattia?

[[ Sono deserta / in questo posto che non mi attraversa. // Nemmeno le rondini / che tornano sono le stesse / del marzo di prima. / Un tuffo in piscina e dicevi / quanto ero vecchia / a non voler crescere, / a volere restare…


Il fascino discreto delle rotonde
metafore di città che tornano umane

[[ Vorrei parlarvi di questa discontinuità. Di questa frattura nella storia. Di questi frammenti di natura. Di questa faglia interna. Nel tempo, di questo tuo nascere e morire. // Di come cadiamo fuori dalla storia. La nostra, la…


La passione antidoto al virtuale
L'amore infinito dei lupi

Cosa significa amare in tempi di lontananze, disaffezioni ? Siamo ancora in grado di avere rapporti e sentimenti, di provare affetti, pulsioni o tutto risulta ormai delegato allo schermo e al virtuale ? Quando proviamo ad…


False partenze in attesa del disgelo
spargendo sale sui giorni immobili

È molto più onesto ora farsi da parte, dirsi fuori quota / per gare come questa. Ammettere che non è il terreno / adatto. Che è stata solo una falsa partenza. Dire / che la pazienza è andata. O anche scrivere / delle solite cose,…


Cerco pensieri, parole cui attaccarmi
nella lunga notte insonne della malattia

Le settimane sono diventate mesi e mese dopo mese abbiamo oltrepassato l'anno dall'inizio della pandemia. Le privazioni e le costrizioni hanno creato enormi problematiche non solo nella sfera fisica/affettiva ma anche nella…


Addio a Ferlinghetti: raccontò al mondo
le inquietudini della beat generation

“Il piccolo editore indipendente è lui stesso un'autentica avanguardia, il suo compito è al di fuori, il suo compito quello di esplorare l'ignoto.” Così racconta Lawrence Ferlinghetti nella sua “City lights pocket poets…


Il mondo fragile dei popoli scomparsi
La poesia che guarda oltre noi stessi

Un ottimo libro recentemente uscito per l'editore Pequod si intitola “I popoli scomparsi”, a scriverlo Guido Mattia Gallerani che insegna presso l'Università di Bologna. Un lungo tragitto per raccontare dall'antichità ai giorni…


Se la poesia prova a leggere la barbarie
dell'assalto alla democrazia

Forse in questa casa a destra, sepolta / da una pelle di fogliame / che sgretola tra il verde delle cose / inabitate, si pavoneggia il credo / della vita più lunare. La chiocciola / che sbava sul mattone, la scarpa / rovesciata…


Franco Buffoni e la "iena malata":
prove poetiche di resistenza civile

Sono una vecchia iena / Che stancamente esce dalla tana / A procurarsi un cibo che non le va più. / Sono una vecchia iena malata / Che non vede le strisce. Per attraversare / Mi scuoto di sbieco e poi vado / Trascinando le zampe…


La poesia in equilibrio sul vuoto
oltre il baratro senza desideri

Loro tornano / e noi ce ne andiamo / tutto è equilibrio / di tutto e vuoto // ma tutto poi tornerà / come prima / dimenticheremo / tutto / noi, loro, il vuoto / saranno / frantumi di luci / di un mondo nuovo. La poesia di Maria…


Un mondo più libero e più umano
per non andare tutti a fondo

Quali sono i margini in cui si sta muovendo la nostra società? Ci troviamo davvero in un grande romanzo di Houellebecq come ipotizza Nicolas Dissaux, che ha fatto uscire in Francia un libro dal titolo Un mondo di solitudini, nel…


Ecco la poetica del lockdown,
questo tempo fragile e per noi spietato

Campi d’ostinato amore.  I cori che vanno eterni /tra la terra e il cielo, / ma tu li ascolti / Jacopo quei cori? / ho visto / il falco in volo / con la serpe / trafitta nella gola / dai curvi artigli, / l’estremo pigolio…