Se il contemporaneo è oggetto di poesia. "Pronomi personali", di Marco Corsi

Tradizione e innovazione sono uno dei tratti essenziali non solo in letteratura ma in generale in ogni ambito: per fare questo bisogna attuare un piccolo, semplice approccio: considerare tutto quello che di virtuoso è stato fatto…


Sinistra, è arrivata
l'ora di uscire
dal solipsismo

«Così si spiega come mai un partito che assegnò a se stesso un compito (il comunismo) del tutto irreale e che, ovviamente, non fu mai in grado di raggiungere, diventò nondimeno un soggetto protagonista della storia nazionale. La…


Tra calcoli, tatticismo e forma
la poesia cerca la via facile. E sbaglia

Nei giorni scorsi un mio articolo su Strisciarossa a proposito dell’indignazione dei poeti (http://www.strisciarossa.it/in-questo-mondo-disordinato-e-cattivo-dove-finita-lindignazione-dei-poeti/) assieme a quanto uscito a firma…


In questo mondo disordinato e cattivo
dov'è finita l'indignazione dei poeti?

Rileggendo negli ultimi giorni gli interventi di Mario De Santis su Repubblica (leggi) e Lello Voce sul Fatto quotidiano (leggi) si ha l'impressione che la poesia stia attraversando una fase a suo modo decisiva per comprendere…


Libridine, uno sguardo diverso sui libri
e sui ragazzi che li recuperano

Negli ultimi giorni con alcuni articoli si è proposto di assaltare le librerie: atto nobile, soprattutto quando si è armati dalla volontà di proteggere la passione per la lettura, se la volontà non si riduce esclusivamente…


Fabio Pusterla, la forza delle parole
per cercare l'umanità che sfugge

Dovremmo porre maggiore attenzione (all'interno di una società così dura, così spietata, così pronta a separare chi è diverso, a identificarlo come “nemico”) al concetto stesso di umanità, e per farlo dovremmo innanzitutto…