Se la poesia prova a leggere la barbarie
dell'assalto alla democrazia

Forse in questa casa a destra, sepolta / da una pelle di fogliame / che sgretola tra il verde delle cose / inabitate, si pavoneggia il credo / della vita più lunare. La chiocciola / che sbava sul mattone, la scarpa / rovesciata…


Franco Buffoni e la "iena malata":
prove poetiche di resistenza civile

Sono una vecchia iena / Che stancamente esce dalla tana / A procurarsi un cibo che non le va più. / Sono una vecchia iena malata / Che non vede le strisce. Per attraversare / Mi scuoto di sbieco e poi vado / Trascinando le zampe…


La poesia in equilibrio sul vuoto
oltre il baratro senza desideri

Loro tornano / e noi ce ne andiamo / tutto è equilibrio / di tutto e vuoto // ma tutto poi tornerà / come prima / dimenticheremo / tutto / noi, loro, il vuoto / saranno / frantumi di luci / di un mondo nuovo. La poesia di Maria…


Un mondo più libero e più umano
per non andare tutti a fondo

Quali sono i margini in cui si sta muovendo la nostra società? Ci troviamo davvero in un grande romanzo di Houellebecq come ipotizza Nicolas Dissaux, che ha fatto uscire in Francia un libro dal titolo Un mondo di solitudini, nel…


Ecco la poetica del lockdown,
questo tempo fragile e per noi spietato

Campi d’ostinato amore.  I cori che vanno eterni /tra la terra e il cielo, / ma tu li ascolti / Jacopo quei cori? / ho visto / il falco in volo / con la serpe / trafitta nella gola / dai curvi artigli, / l’estremo pigolio…


Noi e le facce degli assenti
in questo mare di poveri

Siamo sicuri che tutto il disamore a cui stiamo assistendo in questi ultimi mesi - ingigantito nelle ultime settimane dalla nuova esplosione del Covid, con le nuove restrizioni, con le certo lecite preoccupazioni collettive - non…


Ida Vitale e la "poesia popolare":
dall'Uruguay una lezione anche per noi

"Io scrivo, scrivo, scrivo / e non arrivo a nulla, a nessuno; / le parole di me hanno paura / come colombe, crepitano sorde, / si radicano al loro grumo scuro, / prevalgono con scrupolo finissimo / sull'innegabile stupore: / ben…


È dalla fragilità che nasce la forza:
Louise Glück, Nobel per la letteratura

Primogenito // Le settimane passano. Io le ripongo, / sono tutte uguali, come barattoli di minestra scorticati... / i fagioli inacidiscono nel pentolino. Guardo la cipolla isolata / che galleggia come Ofelia, incrostata d'unto: /…


I versi di Pelliccioli tra ritorno alla terra
e rapporto con la natura

[[ Prefabbricati, tubi, tralicci, autogrill schiacciano i filari, brandelli di campagna. Vagoni, sacchi, reti, gialli altoparlanti inghiottono corpi transfusi nei display. Reticolati in ferro, scavi, fondamenta, avvolte da…


In morte d'un giovane testimone
della poesia che sopravvive a se stessa

Alcuni giorni fa Gabriele Galloni è stato trovato esanime nella propria stanza. Era nato a Roma nel 1995 e a 25 anni era considerato tra i più promettenti poeti della propria generazione: la scomparsa ha dato luogo nelle prime…


Guardarsi nello specchio del padre, Sissa e i cani incapaci d'umanità

"Padre caro la casa ha messo i libri sotto la pioggia. L’ultima ora non ha avuto delirio ma le antiche ipotesi d’acqua. Il tempo forerà le mani a questi idioti che non sanno cos’è un tavolo. Cos’è una matita. Cos’è il mattino…


solitudine

Luisa, Mario Benedetti e quella nostra maledetta solitudine

Che cos’è la solitudine. // Ho portato con me delle vecchie cose per guardare gli alberi: / un inverno, le poche foglie sui rami, una panchina vuota. // Ho freddo ma come se non fossi io. Ho portato un libro, mi dico di essermi…