Tra proteste e coscritti, tutte le incognite della guerra di Putin

Ci vuole coraggio, molto coraggio per protestare in piazza nel paese in cui si rischiano 15 anni di carcere per aver gridato “no alla guerra” e, ora, si rischia anche a stretto giro la cartolina precetto. “Arruolare chi protesta…


Gorbaciov perse in economia ma vinse sulla riduzione delle armi nucleari

Il brindisi alzato da Marco Rizzo in morte di Michail Gorbaciov colpisce non soltanto per la meschina ricerca di visibilità, colpisce anche perché dà voce a un sentire comunista retrogrado, nostalgico e settario, minoritario ma…


"Troppe bandiere rosse": storie di un film che Tornatore non ha mai girato

Fra il 1989 e il 1991, dopo il crollo del muro di Berlino, il PCI cambiò nome e l’Unione sovietica – lo Stato faro del movimento comunista mondiale – si dissolse come neve al sole. Giuseppe Tornatore immaginò di fare un film su…


Che cosa c'è dietro la "guerra della monnezza" che colpisce Roma

Roberto Gualtieri si è presentato subito, ieri, al Consiglio comunale di Roma, per avvertire: “Non ci fermiamo, andiamo avanti con le decisioni prese, in particolare per la costruzione di due bio-digestori e di un…


L'utopia concreta di Nilde, da partigiana a presidente della Camera

È stata inaugurata ieri, al rettorato della Sapienza, con una grande cerimonia nell’Aula Magna di Piacentini, ricca del grande affresco di Sironi, la mostra multimediale “l’Eredità di Nilde Iotti”. Curata dalla Fondazione Iotti,…


Cento anni fa nasceva Piero Della Seta. Dalle borgate la visione della città di tutti

Giovedì 12 maggio, dalle 17 alle 19, alla Protomoteca del Campidoglio si terrà un convegno su Piero Della Seta a cento anni dalla nascita dal titolo “Capire e trasformare la città”. Dopo i saluti del sindaco di Roma Roberto…


Quelle parole russe nei sotterranei dell'acciaieria Azovstal

Nel video girato nei sotterranei di Azovstal, nel quale si vedono militari che consegnano delle buste di alimenti ai civili, la lingua che si ascolta, in cui le persone rinchiuse si scambiano saluti e informazioni, è il russo.…


Oltre i talk show, Memorial Italia alle radici della guerra in Ucraina

Nei talk show sulla guerra in Ucraina gli studiosi dell’area post-sovietica, quando invitati, sono relegati ad una battuta, mentre sono protagonisti filosofi e geo-politologi, o anche storici ma rigorosamente estranei allo studio…


Giornali e tv chiusi:
vittime della guerra
sul "fronte interno"

Oleg Kuvaev è un artista di San Pietroburgo, 55 anni, che oggi vive in Israele con la famiglia. Nel 2001 creò “Masyanya”, una serie web animata che è da allora popolarissima in Russia, brevi episodi di pochi minuti seguiti da…


Il pugno di Putin sui media russi, ma la scelta "pacifista" di Abramovich è un colpo al suo regime

Il colpo di scena viene dal più inaspettato dei personaggi. Roman Abramovich, l’oligarca che ha sempre mantenuto buoni rapporti con Putin, vende il Chelsea ma soprattutto annuncia che i proventi della vendita andranno alle…


Putin ha un consenso altissimo ma in Russia qualcosa si muove

Abbiamo appreso nelle ultime 48 ore che mai, per i governi occidentali, è stata realistica l’ipotesi dell’ingresso dell’Ucraina nella NATO e nella UE. E Putin certo lo sa e lo sapeva, forse solo gli ucraini si sono illusi. Di qui…


Russia e Ucraina, così unite, così nemiche

Nikolaj Gogol’ e Michail Bulgakov erano ucraini. Isaak Babel’ veniva dalla Moldavanka, il quartiere ebreo del grande porto di Odessa, russo ma in territorio ucraino. Luogo vivacissimo popolato all’epoca oltre che da russi, da…