Due volte vittime, quando sulle donne anche le istituzioni usano violenza

«Se con i miei versi tu notassi una luce: /questa sarebbe il frutto delle mie profonde immaginazioni». I versi sono della poetessa afghana Nadia Anjuman, morta nel 2005 sotto le percosse del marito, massacrata di botte per aver…