"Past lives", l'amore di due 12enni tra Corea e Canada: il superbo esordio di Celine Song

La scoperta di una grande affinità, chiamiamolo pure amore, tra due dodicenni. Le sorti alterne della vita. Un ultimo, risolutivo incontro. "Past Lives" scritto e diretto dall'esordiente coreana Celine Song è un miracolino di…


aleksej navalny

In esilio anche da morto. L'ultima battaglia sul corpo di Navalny

Alexei Navalny in vita è stato una discreta spina nel fianco di Putin, da morto può fargli ancora più male, diventando un simbolo. E nulla come un monumento funebre potrebbe contribuire a imporlo nel vissuto dei russi, che di…


Migranti, cacciatori, volontari "Green Border", l'abisso nero tra Bielorussia e Polonia

"Green Border" di Agnieszka Holland è un film duro, potentemente didascalico, drammaturgicamente teso. Se non avete lasciato per strada la compassione, le storie di migranti (vivi e morti) rimpallati da Polonia e Bielorussia…


Da Tango a Cuore, quando la satira metteva alla prova la sinistra

Satira. Cattiva, maliziosa, felicemente gaglioffa, a briglia sciolta con le matite e le intuizioni dei migliori talenti nel ramo. Sull’Unità, l’Organo del Pci, che chiamata così incuteva soggezione. Sembrava, ancora a metà anni…


"Povere creature": la donna che visse due volte mira all'Oscar

Gran mietitore di premi tra Venezia e Cannes, già due volte candidato all'Oscar con "The Lobster" e "La favorita", Yorgos Lanthimos approderà alla serata finale degli Academy Awards di marzo con aspettative abbastanza alte per…


Jannik Sinner alle Nitto ATP Finals, Torino 2023 Photo by Corinne Dubreuil

Ventiduenne molto adulto, italiano di confine, Sinner vince, e non per i capelli rossi

Dicono che i tennisti coi capelli rossi e la pelle chiara (Rod Laver, per ricordare un sommo) giochino meglio perché sintetizzano meglio la vitamina D. Non è dato sapere se rispondono meglio ai colpi incrociati di slice, quelli…


Razzismo nello sport, il ministro balbetta. Intanto negli stadi, e non solo, l'odio cresce

Ma questi dove vivono? In coda all'ennesima porcata razzista di Udine, col portiere del Milan Mike Maignan insultato-sbeffeggiato perché nero da alcuni tifosi di curva allo stadio Friuli, il ministro degli Interni Piantedosi,…


Social, le tastiere sparano. E la parola "forse" non esiste

Come una leucemia fulminante che si propaga e brucia un'esistenza in pochi giorni. Nel caso, settantadue ore. O uno shock anafilattico. È agghiacciante e dovrebbe turbarci profondamente la sequenza inesorabile che ha portato al…


"Foglie al vento", il canto di due anime nella solitudine di un precariato senza freni

Il finlandese Kaurismäki è tornato con "Foglie al vento" ai suoi straniati, essenziali, buffi umani malmenati dalla vita in una Helsinki affollata di solitudini, i colori carichi un po' più slavati come in un quadro di Edward…


"One life" ovvero la banalità del bene, antidoto alla sordità delle nostre coscienze

Nicholas Winton o la banalità del bene. Ma un bene grande, tanto che viene da chiedersi: come riuscì un giovane broker londinese a far giungere in Inghilterra a fine anni Trenta 669 bambini, ebrei e non solo? Erano figli di…


Pistoleri, futuristi, allergici ai diritti e all'Europa, questa destra "marziana" da Strapaese

Pensavamo di essere in Italia e invece stiamo viaggiando ai confini della realtà, dove lo Strapaese più retrivo e fosco si coniuga a comportamenti "politici" di tipo extraterrestre o almeno extraistituzionale. Di esempi ce n'è…


il male non esiste hamaguchi

Il male non esiste: la nuova pellicola “ambientalista” di Ryûsuke Hamaguchi

Entrate nel bosco, ascoltate i ruscelli. Fatevi cullare dalle mani esperte del giapponese Ryûsuke Hamaguchi, regista dell'intimità, dal suo cinema a passo d'uomo, qui, in "Il male non esiste", mirabilmente accompagnato dalle…