Giulio e gli altri

Ci sentiamo traditi. Le navi e le armi che venderemo all’Egitto serviranno per perpetuare quelle violazioni dei diritti umani contro le quali abbiamo sempre combattuto. L’abbiamo detto dal principio: la nostra battaglia non soltanto per Giulio ma per tutti i Giulio d’Egitto.
Paola e Claudio Regeni