“Troppo bello”

“Una storia troppo bella per essere vera”. E’ quella di una bambina di 10 anni stuprata e rimasta incinta e costretta a lasciare l’Ohio per poter abortire in Indiana. Per i repubblicani Usa e per la stampa americana, incluso il Wall street journal, è una storia “troppo bella” per crederci. Insomma è un falso. Poi lo stupratore è stato arrestato, ma della bambina nessuna anima bella si è preoccupata. Un repubblicano anzi ha suggerito una legge per vietare il “turismo abortivo”, quello a cui saranno costrette le donne anche a Cosenza dove l’ultimo ginecologo non obiettore ha lasciato l’ospedale Annunziata. A 44 anni dalla legge, l’aborto è un diritto disatteso anche in Italia non solo negli Usa.