Scuola e libri

L’incontro decisivo tra i ragazzi e i libri avviene sui banchi di scuola. Se avviene in una situazione creativa, dove conta la vita e non l’esercizio, ne potrà sorgere quel gusto della lettura col quale non si nasce perché non è un istinto. Se avviene in una situazione burocratica, se il libro sarà mortificato a strumento di esercitazioni, soffocato dal meccanismo tradizionale: “interrogazione-giudizio”, ne potrà nascere la tecnica nella lettura, ma non il gusto. I ragazzi sapranno leggere, ma leggeranno solo se obbligati.

Gianni Rodari

La critica non sia solo una inutile rampogna. Dal Covid così non si esce

  Lo scorso primo Maggio, con alcuni colleghi abbiamo pubblicato (anche su Strisciarossa) un “manifesto” di critica ai critici polemici del governo per la gestione della emergenza pandemia con la chiusura radicale. Il “manifesto contro gli agguati al governo” raccolse in due giorni ventimila firme, dimostrando che i cittadini conoscono bene la differenza tra critica e polemica.  Non era la critica che ci contrariava e ci colpiva – la critica è una sanissima e intelligente manifestazione di collaborazione perché, se puntuale e circostanziata, aiuta a migliorare una decisione, a perfezionare una scelta. La libertà di critica è un vantaggio E quindi è utile oltre che un segno di libertà. L’anima della critica è l’idea che ogni decisione sia e possa essere emendabile perché,…

Leggere di più

Montanelli e la brillante indagine della procura

Con una brillante operazione giudiziaria la Procura di Milano ha individuato uno degli autori dell’imbrattamento della statua di Indro Montanelli ai Giardini di Porta Venezia avvenuto lo scorso giugno. È un giovane studente universitario, attivo al centro sociale Lume. Gli inquirenti, dopo mesi di lavoro e impiegando sofisticate tecniche…

Leggere di più


New Camp, l’inferno organizzato
per i profughi a Lesbo

“Quando sono partita, tanti mi chiedevano perché o plaudevano al coraggio, ma ora che sono tornata mi rendo conto che ci vuole molto più coraggio a rientrare, lasciando là tutte le famiglie conosciute in pessima situazione, pensando all'inverno che arriva”. Un inferno organizzato A parlare è Mirca Leccese, torinese, al suo ritorno da Lesbo, dove si è recata con un’amica in…

Leggere di più



“Gli omosessuali sono figli di Dio”: la svolta storica di papa Francesco

“Gli omosessuali sono figli di Dio e hanno diritto a essere una famiglia”. Parole chiare. Come è nel suo stile. Senza alcuna mediazione e senza alcun dubbio papa Bergoglio ha voluto rendere esplicito il suo pensiero sulle unioni gay affidando il suo pensiero sulle unioni civili al docufilm “Francesco” presentato alla Festa del Cinema di Roma dal cineasta di origini russe…

Leggere di più



Un azionariato
pubblico europeo
per la ripresa

Una carta dopo l’altra, il magnifico castello eretto a luglio dai capi di Stato e di governo dell’Unione europea sotto il nome di Next Generation EU - che stampa, media, politici ed economisti si ostinano a chiamare erroneamente Recovery Fund – rischia di diventare molto meno attraente di come era apparso all’alba del 23 luglio quando si era frettolosamente parlato di un…

Leggere di più



Sinistra:
il socialismo
non è una bestemmia

Martin Wolf ha recentemente pubblicato sul “Domani” un testo ampiamente condivisibile sul nesso intimo fra il neoliberismo di Milton Friedman e la reazione nazional-populista. Vincenzo Visco, sul medesimo quotidiano, argomenta altrettanto condivisibilmente che “il liberismo non è di sinistra”. Questo è molto positivo non per avversione al libero commercio, ma perché con il…

Leggere di più



Verso il referendum
sulla Costituzione:
il Cile che protesta

La catena di supermercati Jumbo ha regalato smart-TV a coloro i quali hanno accettato farsi tatuare il logo di una campagna pubblicitaria. La proposta ha avuto tanto successo che Jumbo ha dovuto aumentare lo stock di TV in palio. Il Cile è il paese al mondo con maggior consumo pro capite di bibite zuccherate (Coca-Cola, Fanta, etc.). Il 9% del reddito familiare è speso in…

Leggere di più



“Care compagne e cari compagni”: 13 storie per raccontare il Pci

IL LIBRO - La differenza tra il prima e il dopo sta in larga parte in un pronome. Una volta era “noi”. Una volta “gli operai venivano da te incazzati e le incazzature le facevi diventare proposte. La stessa cosa sul territorio”, per dirla con Antonio Giallara, che si ricorda di Mirafiori e di quanto non gli andasse giù che lui e gli altri come lui negli anni 70 venissero…

Leggere di più


Mai più. 16 ottobre 1943 il rastrellamento del Ghetto di Roma

Fu una retata di 1259 persone, di cui 689 donne, 363 uomini e 207 tra bambini e bambine, quasi tutti appartenenti alla comunità ebraica, effettuato dalle truppe tedesche della Gestapo con la collaborazione dei funzionari del regime fascista tra le ore 05:30 e le ore 14:00 di sabato 16 ottobre 1943.

 

Il Ghetto di Roma. Foto di Umberto Verdat

 

La storia del Jazz: il libro giusto
per vecchi e nuovi ascoltatori

Si parla ormai da diversi anni di musica liquida, definizione usata da alcune riviste musicali già nel 2007. A sottolineare ed evidenziare l'uso sempre più frequente di supporti snelli, esili, quasi impalpabili per ascoltare la musica. Sembrava allora che CD e vinili dovessero sparire per sempre. Si sa oggi che poi, pur continuando con successo a diffondersi tali abitudini, gli antichi baluardi hanno resistito, soprattutto fra gli…

Leggere di più

Ancora Gramsci: vita e pensiero
in una nuova edizione delle lettere

Per la prestigiosa collana «I Millenni», Einaudi pubblica, in collaborazione con la Fondazione Gramsci, una nuova edizione critica delle Lettere dal carcere di Antonio Gramsci, curata da Francesco Giasi  con il contributo di Maria Luisa Righi, che ha composto una informatissima «cronologia della vita» e preziose biografie di «corrispondenti e familiari», di Eleonora Lattanzi e Delia Miceli, che hanno condotto le ricerche presso…

Leggere di più


_______________________
Tutti gli articoli Orizzonti

Inviateci le vostre mail:

redazione@strisciarossa.it

Strisciarossa è un blog aperto che non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

Le immagini presenti sul sito strisciarossa.it provengono da internet, da concessioni private o utilizzo con licenza Creative Commons. Le immagini possono essere eliminate se gli autori o i soggetti raffigurati sono contrari alla pubblicazione, inviando la richiesta tramite e-mail alla redazione: redazione@strisciarossa.it