Sull’eguaglianza

Dal momento che alla donna è stata riconosciuta nel campo politico la piena eguaglianza col diritto di voto attivo e passivo, ne consegue che la donna stessa dovrà essere emancipata dalle condizioni di arretratezza e di inferiorità in tutti campi della vita sociale, e restituita ad una posizione giuridica tale da non menomare la sua personalità e la sua dignità di donna e di cittadina.

Nilde Iotti

Ma cosa volete dalle sardine?
Lasciamo che questo movimento
scopra “com’è profondo il mare”

Qualcuno pretende che abbiano lo spessore politico di Enrico Berlinguer o di Aldo Moro. Qualcun altro rimprovera loro di non avere ancora pronto il programma di governo e di non sapere quindi come risolvere tutti i problemi di questo strano Paese. Altri, ovviamente, ripetono che non si può essere sempre e solo contro. Altri ancora li vorrebbero immacolati e incontaminati in un mondo brutto sporco e cattivo come il nostro. Alcuni non sopportano che il loro leader stia spesso in tv, dove molti che non lo sopportano  stanno tutti i giorni. Poi ci sono quelli che pensano che siano troppo di sinistra e quelli che invece pensano che siano poco di sinistra. E quegli altri che li accusano di battersi per mantenere lo status quo e quelli che ritengono che non parlino del lavoro, degli…

Leggi di più

La protesta francese è la vittoria dei sindacati contro il “metodo Macron”

Se lo sciopero del 5 dicembre doveva stabilire i rapporti di forza tra il governo francese e i sindacati, è indubbio che si è risolto in un successo per questi ultimi. Al di là del rituale confronto tra le cifre: un 1.500.000 per la CGT, 850.000 per il Ministero degli Interni. È evidente che si è trattata di una delle più grandi…

Leggi di più


Che cosa accade
se anche la Cgil
cancella l’informazione

Cara strisciarossa, in un momento in cui l’attenzione è rivolta ai grandi mutamenti nel mondo dell’editoria, ai passaggi proprietari, alle nuove concentrazioni, ai traslochi coatti di intere redazioni, accade anche - e di nuovo – che ci siano stravolgimenti nella ormai piccola editoria della sinistra che non hanno l’onore delle cronache. La fine di un'esperienza Cgil ha…

Leggi di più



Cgil: così rispondiamo
alla lettera di Garambois,
Frasca Polara e Iovene

La redazione di RadioArticolo1 ringrazia Silvia Garambois, Giorgio Frasca Polara e Nuccio Iovene per il contributo dato in questi anni e per fornirci l’opportunità di rassicurarli sul nostro futuro. Il progetto di comunicazione che, insieme ai colleghi delle altre strutture, stiamo costruendo in Cgil, va nella direzione esattamente opposta a quella paventata nella lettera…

Leggi di più



L’allegria delle Sardine
contro
la rabbia delle destre

Il primo ventennio del XXI secolo italiano sta vedendo il compimento di un’importante crisi dell’esercizio politico, le cui radici sono riconducibili almeno agli anni ’80 del Novecento. Tatticismo esasperato, difficoltà a comprendere e di conseguenza a governare la velocità forsennata delle trasformazioni economico-sociali, autoreferenzialità, linguaggio sempre più irrilevante…

Leggi di più



Salvare acciaio e salute
abbandonando la logica
delle privatizzazioni

La crisi dell’Ilva sta arrivando al suo culmine: tra ignavia, dissipazione e disperazione. Il Siderurgico di Taranto rispondeva a tre esigenze: 1) approvvigionamento di acciaio per l’industrializzazione del Paese; 2) risposta alla questione meridionale; 3) programmazione del modello di sviluppo, impossibile senza un controllo pubblico della industria di base. Tali ragioni sono…

Leggi di più



Gli Agnelli e Repubblica:
che succederà
nell’editoria italiana?

Per comprendere le ragioni e le conseguenze dell’acquisto del gruppo Gedi (la Repubblica, La Stampa, il Secolo XIX, L’Espresso, tredici giornali locali e varie radio) da parte degli eredi Agnelli bisogna partire da qualche dato. Il mercato pubblicitario in Italia dal 2008 ad oggi ha subito un’erosione drammatica, nessun trimestre (salvo uno) si è chiuso in attivo, la carta…

Leggi di più



La NATO è divisa e in crisi
ma aumenta ancora
le spese militari

I Grandi Vecchi possono provocare grandi guai. La NATO ha compiuto settant’anni e la sua salute è pessima. Ma nonostante questo decide un poderoso aumento delle spese militari. Nel comunicato finale del vertice di Londra, che ha celebrato il compleanno in un clima dimesso e un po’ surreale, è scritto che i 28 stati dell’alleanza hanno deciso di creare trenta nuove unità di…

Leggi di più


Storia di Nilde: l’omaggio della Rai
ad una donna dalla vita straordinaria

Encomiabile la scelta di Rai1 di dedicare una serata a Nilde Jotti in occasione dei venti anni dalla morte. E felice è stata la scelta di alternare lo sceneggiato con interviste a giornalisti, storici, politici e con brani di filmati d’epoca: la figura di Nilde si è nitidamente stagliata negli anni del secondo Novecento italiano, facendoci ripercorrere i momenti salienti della storia del PCI e del nostro Paese. Anna Foglietta poi, con…

Leggi di più

Rileggere Marx per comprendere
le radici dell’antisemitismo moderno

Vecchi fantasmi ritornano. La destra in parlamento trova disdicevole la proposta di Liliana Segre. Il vecchio campione olandese di calcio, come il docente dell’università senese, si dichiara attratto da miti deliranti del nazismo. Dinanzi a questi spettri non si può che ripetere, una volta ancora, “perché non possiamo non dirci marxisti”. Tra le tradizioni politiche europee nessuna ha superato il test dell’universalismo, o di un…

Leggi di più


_______________________
Tutti gli articoli Orizzonti

Inviateci le vostre mail:

redazione@strisciarossa.it

Strisciarossa è un blog aperto che non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

Le immagini presenti sul sito strisciarossa.it provengono da internet, da concessioni private o utilizzo con licenza Creative Commons. Le immagini possono essere eliminate se gli autori o i soggetti raffigurati sono contrari alla pubblicazione, inviando la richiesta tramite e-mail alla redazione: redazione@strisciarossa.it