Senza veli

Il procuratore generale iraniano Mohammad Jafar Montazeri ha annunciato l'abolizione della polizia morale, quella pronta a uccidere la donne mal velate. Nessuna ulteriore conferma, solo una piccola crepa, accompagnata dalla promessa di riesaminare la questione del velo. Basterà? "Solo perché il governo ha deciso di smantellare la polizia morale non significa la fine delle proteste. La gente sa che l'Iran non ha futuro con questo governo".  "A noi che protestiamo non interessa più non avere  l'obbligo del velo. Sono 70 giorni che usciamo senza metterlo. Abbiamo una rivoluzione. Il velo è stato l'inizio. Non accetteremo niente di meno che la morte del dittatore e un cambio di regime".

Voci raccolte dalla Bbc

La scommessa di Elly Schlein: ricostruire l’identità dem. Nel Pd ci sono ormai due partiti

Il discorso con cui Elly Schlein ha proposto la propria candidatura alla guida del Pd mi è sembrato bello, nuovo, ricco di passione, fresco, radicale, plurale, coinvolgente. Soprattutto, credo che abbia individuato due degli aspetti negativi che hanno caratterizzato la vita del Pd nell’ultimo decennio: la mancanza di una identità politica riconoscibile e la perdita di quel senso di comunità che dovrebbe essere connaturato a un partito di sinistra. Le parole sono importanti perché delineano un’idea e un modo di essere. Per questo ho annotato quelle nuove di questo originale vocabolario democratico: leader collettivo, unità, diversità, beni comuni, disuguaglianze, clima, lavoro, redistribuzione, femminile, femminista, conflitto, ascolto, libertà. diritti. Ma prima di tutto: noi.…

Leggere di più

Ma quale ponte, la maggiore opera pubblica per il Sud è la tutela del territorio

Salvini nella sua demagogica e truffaldina propaganda dà per scontato che il ponte sullo stretto di Messina sia realizzabile in quanto sarebbe una priorità nazionale ed europea, un’opera sostenibile in termini economici e ambientali. Il governo Meloni, quindi, si è affrettato a rivitalizzare la società Stretto di Messina, (costituita nel…

Leggere di più

Guerra e guai alle centrali nucleari, Francia al buio da gennaio con black out programmati

«Interruzioni del carico elettrico a rotazione”: l’espressione “délestages tournant” ha conquistato le prime pagine dei giornali francesi negli ultimi giorni. In effetti, è molto probabile che durante il mese di gennaio il governo sarà costretto a ricorrere a delle interruzioni momentanee del servizio elettrico. Interruzioni che, in tempi diversi,…

Leggere di più


Majorino si presenta e sfida Fontana con un programma riformatore

Pierfrancesco Majorino, candidato del Pd alla prossime regionali lombarde, parlamentare europeo, si è presentato ai milanesi. Cominciamo dalla cronaca. Una giornata di pioggia e di cielo grigio. Una giornata di autunno milanese. Appuntamento in un cinema, il Puccini, diventato un teatro, Elfo Puccini, in corso Buenos Aires, via del commercio. Tanta gente molto prima dell’avvio…

Leggere di più



Iran in rivolta: nei giochi di potere c’è l’incognita pasdaran

Al di là dell’ostentata sicurezza della guida suprema, ayatollah Khamenei, segnali di turbolenze al vertice arrivano dall’Iran infiammato dalle proteste che ormai durano da oltre due mesi. Si registrano trattative segrete per coinvolgere esponenti moderati del clero sciita nel tentativo di placare la piazza. Timidi segnali di apertura peraltro subito affossati da dure prese di…

Leggere di più



Covid zero: in Cina crescono sfiducia e malessere, ma Xi non è in discussione

“In Cina si registra un malessere generalizzato per lo sbriciolamento in corso della fiducia in un governo e in un Partito comunista che non sono riusciti a sconfiggere il Covid a dispetto di ciò che avevano promesso”. Il sinologo Francesco Sisci, professore di geopolitica alla Luiss, ha diretto per anni l’istituto di cultura italiana di Pechino. Membro del consiglio…

Leggere di più



I ministri di Meloni: una strampalata combriccola al governo

Ormai una decina di anni fa, nel corso di una di quelle trasmissioni un po’ populistiche un po’ dissacratorie, bersaglio il sistema politico/partitico, venne trasmesso il reportage di una giovane cronista che, davanti a Montecitorio, fermava vari parlamentari chiedendo l’anno della rivoluzione francese. Se ne sentirono di tutti i colori, non uno che indovinasse quella data,…

Leggere di più



Chi non sa scegliere fallisce: alle radici della sconfitta storica del PD

Alle radici del 25 settembre [...] Seguendo il filo della nostra analisi, ci interessa capire perché, alla fine, si può dire che il Pd ottenga un risultato solo in apparenza di «tenuta» (+0,3%) ma segnato in effetti da una sconfitta politica e da ulteriore perdita di voti (800 mila), toccando il punto culminante di un declino che ha attraversato sin dalle origini la storia di…

Leggere di più



NATO e Ucraina: il déjà-vu di Bucarest

Chissà se la scelta di Bucarest, tra le 30 capitali della NATO, è stata casuale oppure si è voluto darle un preciso connotato simbolico. Certo è che la riunione del consiglio dei ministri degli Esteri si è tenuta in una città legata alla memoria di un momento politico particolarmente importante della storia recente dell’Alleanza, che ha ancora, quattordici anni dopo e nel…

Leggere di più


Istantanee

banksy, la ragazza in accapoioe maschera antigas, Ucraina

Rimuovono la ragazza in accappatoio e maschera antigas di Banksy: arrestati


Hostomel, Ucraina – Otto persone arrestate per il furto di uno stencil di Banksy, il conosciutissimo artista che nelle scorse settimane aveva dipinto alcune delle sue opere sui muri devastati dai bombardamenti di una cittadina ucraina. Scene di vita quotidiana, tratteggiate con la tecnica della…

Leggere di più

Delitto a Trieste: primo indizio una svastica rovesciata tinta di rosso

Trieste. Febbraio 2020. Il giugno precedente a Boulevard des Moulins nel Principato di Monaco il quasi 75enne ricchissimo consulente finanziario Jacques Minuzzi viene ucciso davanti all’ufficio e vengono trovate alcune pagine intrise di sangue: una lettera a Nora della 85enne “zia” Vilma, dalle quali emerge l’oscuro passato della sua famiglia, la fuga di un parente collaborazionista dal Friuli nell’immediato dopoguerra. Indaga il…

Leggere di più

“Il pensiero perverso”: quando Ottieri indagava la metafisica dell’ossessione

Gli schermi che strutturano le architetture dei nostri immaginari ci irradiano con slogan inneggianti al fatto che noi tutti, nessuno escluso, siamo unici. E questa unicità è un valore, che deve essere continuamente alimentato da una miriade di prodotti e pratiche. Eppure, la realtà si muove in tutt’altra direzione: la maggior parte delle persone sono invischiate in attività ripetitive, in schemi rigidi, in imposizioni sociali che…

Leggere di più

Andrea Agnelli (foto dal sito Juventus)

La Juventus si arrende a giudici e Consob, Agnelli e il Cda alzano bandiera bianca

Era l’ora, era una decisione nell’aria. Il presidente Andrea Agnelli, il vice scudiero Pavel Nedved e il CdA tutto della Juventus hanno mollato il colpo. E la Exor, holding di famiglia, ha subito indicato un nuovo presidente, il commercialista torinese Gianluca Ferrero, uomo di fiducia della “real casa” Elkann-Agnelli. Sono state dimissioni che profumano di ammissioni, davanti alla sempre più stringente indagine della Procura di Torino…

Leggere di più

dipintoi nudo donna

La Venere di Salò, ultimo noir di Ben Pastor tra le contraddizioni dell’animo

14 ottobre - 17 dicembre 1944. Salò e dintorni. Martin-Heinz Douglas Wilhelm Frederick von Bora, molto alto con capelli scuri e occhi verdi, nobile famiglia sassone, diplomatici militari proprietari terrieri, pure editori da un paio di secoli, genitori cugini di primo grado con una differenza d’età di trent’anni, padre direttore d’orchestra morto e madre anglo-scozzese risposatasi con un autorevole generale, sta per compiere 31 anni…

Leggere di più


_______________________
Tutti gli articoli Orizzonti

C'è da leggere di più in...

Inviateci le vostre mail:

redazione@strisciarossa.it

Strisciarossa è un blog aperto che non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

Le immagini presenti sul sito strisciarossa.it provengono da internet, da concessioni private o utilizzo con licenza Creative Commons. Le immagini possono essere eliminate se gli autori o i soggetti raffigurati sono contrari alla pubblicazione, inviando la richiesta tramite e-mail alla redazione: redazione@strisciarossa.it