(In)sostenibilità a Davos

Aspettatevi discorsi infiniti sui benefici "a lungo termine" del capitalismo degli stakeholder... Una classe media in crescita può acquistare più beni e servizi. I cambiamenti climatici stanno iniziando a costare un sacco quindi devono essere fermati. Tutto vero, ma i CEO riuniti sanno che diventeranno più ricchi molto più rapidamente se aumenteranno il valore dell'impresa riacquistando le loro azioni, sopprimendo i salari, combattendo i sindacati, resistendo alle normative ambientali e comprando i politici per riduzioni fiscali e sussidi.

Robert Reich, ex segretario Usa del lavoro 

Quarantamila in piazza a Bologna,
le sardine due mesi dopo:
l’onda che fa sperare un’altra Italia

Oltre 40mila persone hanno invaso piazza VIII Agosto che prima dell’inizio del concerto attesissimo era già piena. Una piazza che è un simbolo: le sardine hanno conquistato il suo perimetro, sono salite sul parco della Montagnola disegnato da Napoleone e hanno dato il via ad una “battaglia” di musica e di parole che raccontano lotte per la libertà e contro i soprusi. Nel 1848 i cittadini di Bologna combatterono e cacciarono le truppe austriache in una battaglia di libertà ricordata dalla statua del Popolano che svetta ai piedi del parco. Nel 2020 bolognesi, emiliani, italiani di origine e di adozione, si sono ritrovati in quella stessa piazza, a due mesi di distanza dall’esperimento di piazza Maggiore, e hanno deciso, a migliaia, di mettere in fuga l’odio, il rancore, la guerra…

Leggi di più

Sinistra, la sfida tra istinto di conservazione
e grande politica

E’ interessante l’intervista che Bersani ha rilasciato venerdì scorso a Repubblica. E lo dico con piacere, perché pur riconoscendone la dignità mi sono trovato in dissenso con lui quando è uscito dal Pd e ha fondato Articolo 1. Mi sembrò una scelta sbagliata per gli stessi motivi che mi spingono ora ad apprezzare quello che ha detto.…

Leggi di più


Alt al carbone,
la lezione tedesca
e i nostri balbettii

La notizia non è da poco: la Germania esce dal carbone. Il più grande paese manifatturiero d’Europa rinuncia al combustibile fossile più a “buon mercato” (e alla persino più inquinante lignite). E lo fa in tempi certi: entro il 2038 - non a caso la stessa data in cui in quel Paese si concluderà il phasing out  (cioè il superamento graduale) del nucleare avviato da Merkel…

Leggi di più



Pd, per fare un “partito nuovo” bisogna pensare a un “nuovo partito”

La discussione sulle sorti della sinistra in Italia sembra finalmente riprendere: da una parte, Zingaretti, nella sua ultima uscita, ha annunciato un “congresso” da cui possa sorgere un “partito nuovo”; dall’altra, Bersani, in un’importante intervista, si è detto pronto ad avviare un processo che dia alla sinistra un “nuovo partito”. In questo apparente gioco di parole…

Leggi di più



Polveri sottili in città:
ok il blocco del traffico,
ma serve prevenzione

C’è alta pressione da molti giorni. In molte città italiane e nell’intera Pianura Padana l’aria ristagna. Di conseguenza aumenta la concentrazione di polveri sottili. Le amministrazioni comunali intervengono con una misura tampone ormai classica: il blocco, parziale, delle automobili. Altrettanto classiche sono le rimostranze di chi, in qualche modo o nell’altro, alle…

Leggi di più



Affari con i fondi Ue:
la nuova frontiera
di Cosa Nostra

Da sempre, in Sicilia, quella dei Nebrodi – i monti a cavallo tra le province di Messina Enna e Catania – viene definita una mafia “babba”, insignificante, come le province di Enna e Messina, anch’esse “babbe”. Invece, l’inchiesta della Direzione distrettuale Antimafia della Città dello Stretto che mercoledì, su disposizione del Gip, ha portato a 94 misure cautelari, con 48…

Leggi di più



L’UE scende in campo
Mille miliardi contro
il riscaldamento globale

E’ mutato il clima politico a Bruxelles e sono state poste le basi per piani più ambiziosi dell’UE per cambiare il clima ambientale ed economico anche in vista della Conferenza europea sul futuro dell’Europa su cui si stanno mobilitando molte reti della società civile (“Empower citizens for the future of Europe”). Cinque anni dopo l’avvio del piano quinquennale cinese per…

Leggi di più



PD, se vuoi discontinuità
per il congresso
non aspettare

Cominciamo male. Spiace dirlo, ma è così. Se si dà avvio al radicale rinnovamento preannunciato da Zingaretti indicando quale data probabile del congresso la fine del 2020, cominciamo proprio male. Sarebbe stato necessario convocare un vero congresso (o qualcosa di simile al congresso visto che il vecchio Statuto non lo prevedeva ed è stato introdotto solo recentemente proprio…

Leggi di più


BOLIVIA. Polizia e forze armate pattugliano le strade in maniera preventiva dopo che i sindacati fedeli all’ex presidente Evo Morales hanno annunciato manifestazioni per la prossima settimana.


 

Le ragioni della sconfitta di Corbyn
L’uomo giusto al momento sbagliato

Jeremy Corbyn diventa leader del Labour dopo le dimissioni di Ed Miliband seguite alla vittoria a sorpresa del conservatore David Cameron nelle elezioni del 2015. Quella stessa vittoria determina il referendum sulla Brexit, incluso nel manifesto elettorale conservatore sulla spinta della destra del partito, e approvato da una maggioranza bipartisan prima che Corbyn diventasse segretario, quando il partito era guidato dalla reggente…

Leggi di più

Da Labriola a Gramsci, quel marxismo
che ha saputo essere originale

Dopo gli eventi del 1989 e la rapida dissoluzione dell’impero sovietico, fu facile pronosticare la prossima morte del “marxismo teorico” (secondo la definizione che, in un saggio del 1937, ne aveva data Benedetto Croce). Con la fine del comunismo, si ripeté, anche il marxismo come filosofia era destinato a perire, a vantaggio di un orizzonte culturale ormai dominato dalle figure del mercato globale e della liberaldemocrazia. L'89 e la…

Leggi di più


_______________________
Tutti gli articoli Orizzonti

Inviateci le vostre mail:

redazione@strisciarossa.it

Strisciarossa è un blog aperto che non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

Le immagini presenti sul sito strisciarossa.it provengono da internet, da concessioni private o utilizzo con licenza Creative Commons. Le immagini possono essere eliminate se gli autori o i soggetti raffigurati sono contrari alla pubblicazione, inviando la richiesta tramite e-mail alla redazione: redazione@strisciarossa.it