Terra

Non possiamo continuare a consumare ciò che è nostro e ciò che appartiene a chi viene dopo di noi. Sarebbe disonesto il solo pensarlo. La terra è di tutti, l’aria è di tutti, l’acqua è di tutti. Mangia pure la tua mela ma non tagliare l’albero; dissetati alla fonte ma non avvelenare il pozzo; respira a pieni polmoni l’aria cristallina e gioisci nel pensare che tuo figlio potrà fare lo stesso.

Maurizio Patriciello parroco nella terra dei fuochi