Pericolo pubblico

“Loro” possono, o meglio debbono essere incolpati per il malcontento, l’insicurezza e il disorientamento che ci affliggono dopo un quarantennio in cui si sono verificati i più repentini e profondi…


Da Palmira a Mossul, in mostra a Parigi
l'orrore della distruzione della storia

E’ difficile immaginare il destino della Siria e dell’Iraq, una delle zone dove è nata la civiltà dell’umanità. La Mesopotamia, terra tra i due grandi fiumi, il Tigri e l’Eufrate, dove sono nate le prime…


Contro l'odio di Salvini
possiamo provare
con le piccole felicità

E se provassimo ad essere felici? almeno un po’? Sarebbe bello, quasi rivoluzionario, ma forse impossibile, perché la felicità –ci hanno detto- non è di questo mondo. La inseguiamo da millenni, ma è roba rara.…


Così la folla degli uguali saluta con lacrime silenziose Giuseppe Di Vittorio

Il 3 novembre del 1957 moriva Giuseppe Di Vittorio, segretario della Cgil e leader comunista. Pubblichiamo un articolo sui suoi funerali scritto da Pier Paolo Pasolini e uscito sulla rivista del Pci “Vie…


L'altro

Democrazia vuol dire gestione della maggiore diversità possibile. Chiamo democratica una società che rispetta il più possibile l’altro come portatore del soggetto umano, sia nei suoi valori universali sia nel…


Nespolo (Anpi): "Urgono
verità e giustizia"

Carla Nespolo è la presidente dell'Anpi, l'associazione nazionale partigiani d'Italia. Una donna, per la prima volta, e una donna che non è stata partigiana. Perché? Cosa vuol dire essere partigiani oggi? “E'…


La cartiera di Foggia e le vite nascoste:
l'archivio cancella il ruolo delle donne

La difficile ricerca tra giornali, atti parlamentari, documenti mai pubblicati per raccontare il primo vero tentativo (in tutta Italia) di istituire un sistema di welfare all’interno di un’industria di Stato,…


Una legge
per Roma futura

Una nuova legge per restituire alla gestione e alla salvaguardia dei tesori di Roma un peso adeguato alla specificità della sua storia e del suo ruolo di capitale, proclamato e troppo spesso ignorato. E per…


La falsa utopia
del separatista

Assai, e fin troppo, temprato in speculazioni utopistiche, sarebbe colui che potesse seriamente dubitare del fatto che, ove questi Stati fossero staccati l’uno dall’altro sarebbero continuamente in lite l’uno…


Villari voleva fare lo scrittore
ma fu rapito da Marx e da Gramsci

Aveva avuto aspirazioni da scrittore e da critico della letteratura. A vent’anni, tra il 1945 e il 1946, aveva scritto racconti e poesie per il “Politecnico” di Vittorini. Un suo giovanile saggio su Leopardi…