Capire Giusi Verbaro per fondare
una nuova didattica della poesia

Oltrepassare quella che Conrad chiama la Shadow Line della giovinezza non è solo felice conquista di individualità e autonomia: troppe sono le perdite che tale oltrepassamento comporta, tanto da ingenerare in…


Il mistero di Federico Caffè e le suggestioni di Sciascia e Rea

In questi giorni, dal 2 al 5 Maggio, si svolge a Pescara il 2° «Festival della letteratura del brivido» dal titolo «Pescara a luci gialle». Il programma prevede anche un Convegno internazionale di studi -…


Se il contemporaneo è oggetto di poesia. "Pronomi personali", di Marco Corsi

Tradizione e innovazione sono uno dei tratti essenziali non solo in letteratura ma in generale in ogni ambito: per fare questo bisogna attuare un piccolo, semplice approccio: considerare tutto quello che di…


Europeo

Io mi sento un cittadino europeo. Bisogna essere consapevoli che tutti abbiamo identità multiple. Ti puoi sentire fortemente inglese e fortemente europeo allo stesso tempo. Questi sentimenti non sono in…


Tra le pagine di Debenedetti
alla ricerca di un altro Proust

Non esiste altro che Proust e non esiste altro Proust che non sia Marcel, basterebbe questo non a riassumere il Novecento così splendidamente raccontato da questo giovane uomo di fine Ottocento, ma a definirlo…


Dal dolore fisico al misticismo:
la scrittura raccontata dagli scrittori

Cosa significa scrivere? E soprattutto perché farlo? All’apparenza sembrerebbero delle domande ovvie, forse anche banali, ma non lo sono se come accade in In punta di penna (Minimum Fax) a cura di Will Blythe…


Kadare, l'attesa dentro una trincea
nella guerra delle provocazioni

Una guerra di trincea, un solo uomo al comando, il caporale Fred Kosturi, lasciato (o abbandonato) dai superiori al comando della trincea. È un piccolo capolavoro La provocazione del grande autore albanese,…


Benini, dieci interviste per scoprire
le vite degli altri con la scrittura

Un’alternativa impossibile, una possibilità non data: così si pone fin dal titolo La scrittura o la vita, dieci interviste di Annalena Benini a chi ha fatto della scrittura il suo mestiere, ma soprattutto…


La fuga, la perdita, l'esilio:
il "viaggio di dentro" di Lisa Ginzburg

Scappare, fuggire, ritrovarsi in esilio. Abbandonare il paese d’origine e poi perderlo per sempre. Perdere più che il paese l’origine, il punto di partenza all’interno di una fuga che perde anche il suo…


Siti, se il mondo è ridotto a vetrina
resta solo l'intelligenza artificiale

Quando abbiamo smesso di pagare? Questa potrebbe essere la domanda di un futuro prossimo venturo che ora solo intravediamo dalla soglia del terzo millennio. Smettere di pagare come conseguenza di smettere di…


Se un libro per ragazzi racconta il suicidio

“Guardare dentro l’abisso”. Con questo titolo in copertina il trimestrale Liber, dedicato alla letteratura per l’infanzia, annuncia il tema centrale che affronta nel suo numero in uscita; il suicidio. E’ un…


Indici di ascolto

Ci stiamo avvicinando ad una cultura subordinata ad indici d'ascolto. Ma una cultura che si subordina agli indici d'ascolto è una cultura persa. Si può fare cultura solo in opposizione agli indici d'ascolto o…