Alla sinistra serve
una Bad Godesberg
alla rovescia

La crisi significa rischio, il rischio chiama protezione, la protezione chiama Stato, la più alta forma di organizzazione sociale. La crisi del 2007 non fa eccezione. La destra ha cambiato rapidamente e…


Giorgio forever, contro il silenzio
sulla Taranto che muore di Ilva

Bisogna andarci al rione Tamburi di Taranto, parlare con chi vi abita ed è costretto in certi giorni a tenere chiuse le finestre, anche se è estate e si muore di caldo. E poi è costretto anche a ripulire…


Alt al carbone,
la lezione tedesca
e i nostri balbettii

La notizia non è da poco: la Germania esce dal carbone. Il più grande paese manifatturiero d’Europa rinuncia al combustibile fossile più a “buon mercato” (e alla persino più inquinante lignite). E lo fa in…


Economia ferma, trionfa
l'Italia dei furbetti
e del sommerso

Se tutto andrà bene l’economia italiana crescerà nel 2020 dello 0,6% , secondo le stime del ministero dell’Economia, dopo aver chiuso l’anno dei due governi Conte su basi invariate (se va bene il dato finale…


Il crack annunciato
è arrivato: la crisi
della Popolare di Bari

Questi giorni che portano al Natale presentano un copione politico ed economico che conosciamo bene, perché lo abbiamo già vissuto in passato. Ci sono gli ultimi scontri sulla manovra di bilancio, tra piccoli…


Ilva, un ingresso pubblico può sventare la chiusura devastante per il Paese

Non siamo notai che ratificano gli accordi fatti da altri. È paradossale che una multinazionale come ArcelorMittal cambi i piani e parli di esuberi a fronte di un accordo sindacale vincolante. Il tema per noi,…


Errani: in Emilia
sapremo battere
egoismo e chiusura

Governo traballante e senza futuro? Vasco Errani non vuole neanche sentire la domanda: “Il governo deve rilanciare sul progetto di cambiamento”. Il senatore ravennate di Leu ed ex presidente della Regione…


Per il futuro dell’Ilva
un ruolo di garanzia
per lo Stato

Va bene, ammettiamo che ArcelorMittal non avesse alcuna seria intenzione di salvare, bonificare e rilanciare l’Ilva. Ammettiamo anche che la più grande multinazionale dell’acciaio abbia voluto conquistare…


Taranto tra due paure:
il mostro e
la disoccupazione

Taranto è attanagliata dalla paura. Ha paura del dolore, delle malattie ed ha paura del futuro. Un futuro di miseria, come sostengono Confindustria e sindacati confederali. O quello in cui si dovrà continuare…


Ilva-Arcelor Mittal:
era tutto scritto ancora
prima di cominciare

Arcelor Mittal se ne vuole andare da Taranto. Ma va? Ed è proprio Calenda, quel Calenda che da ministro dello Sviluppo Economico aveva agevolato, forzato, costruito ponti d’oro per arrivare all’accordo col…


Dall'Ilva all'Alitalia
fallimenti e illusioni
del ministro Di Maio

Nelle politiche industriali e del lavoro nessun ministro del passato ha avuto tanto potere come Luigi Di Maio, il capo politico del M5S che raccoglie le deleghe del ministero dello Sviluppo economico e del…


A Taranto le gru si abbattono sul caos Ilva, operai in sciopero

La struttura alta 80 metri è venuta giù nella furia del vento, travolgendo la cabina di guida nella quale si trovava l’operatore che, mentre scrivo, è ancora disperso nelle acque antistanti gli impianti…