Migranti, le altre ragioni della fuga

“Vivere alla fine dei tempi” come direbbe Zizek comporta la rassegnazione oppure lo sforzo della riconfigurazione in un altrove da dove arrivano echi di benessere, di salvezza, di rinascita. Questo sforzo…


Storia di Yamahata, il fotografo
che raccontò l'orrore atomico

Due racconti, la stessa storia e gli stessi luoghi. Due racconti distinti legati però a doppio filo alla medesima tragedia, al più grande crimine di guerra mai perpetrato dall’uomo. Il lancio delle bombe…


Kadare, l'attesa dentro una trincea
nella guerra delle provocazioni

Una guerra di trincea, un solo uomo al comando, il caporale Fred Kosturi, lasciato (o abbandonato) dai superiori al comando della trincea. È un piccolo capolavoro La provocazione del grande autore albanese,…


Cose da non fare

Ci sono cose da fare ogni giorno: lavarsi, studiare, giocare preparare la tavola, a mezzogiorno. Ci sono cose da fare di notte: chiudere gli occhi, dormire, avere sogni da sognare, orecchie per sentire. Ci…


Il primo libro non si scorda mai

Chi ha frequentazione di bambini piccoli, di pochi anni, sa che oltre ad amare le storie lette ad alta voce dall’adulto, arriva il momento in cui i bambini impugnano il libro, lo sfogliano e con il dito…


Regressione

Il Novecento è stato un secolo sanguinario: milioni di morti in guerre ripetute e non abbiamo imparato niente. Anzi, noi riaccendiamo una grande battaglia come a volere che anche il secolo seguente, il…


Siria, riecco l'uomo delle
false prove su Saddam

Qualche settimana fa la Gran Bretagna, seguita a ruota dagli Stati Uniti, dalla NATO e da quasi tutti gli stati dell’Unione europea, ha scatenato una pesantissima offensiva diplomatica contro la Russia…


Storie di siriani accolti in Europa

Germania e Svezia, secondo l’Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati, sono i due Paesi che hanno accolto e meglio integrato il maggior numero di siriani. Olanda e Norvegia hanno a loro volta…


Sceila, Alida e le altre: l'orrore
sul volto delle donne di Sebrenica

Questo articolo di Nuccio Ciconte è uscito sull'Unità del 23 luglio del 2008 in occasione dell'arresto di Radovan Karadzic. Finalmente l’Onu si salva l’anima e canta vittoria, sperando di far calare un velo…


La falsa utopia
del separatista

Assai, e fin troppo, temprato in speculazioni utopistiche, sarebbe colui che potesse seriamente dubitare del fatto che, ove questi Stati fossero staccati l’uno dall’altro sarebbero continuamente in lite l’uno…


Dal sogno del "Vietnam libero"
al Paese che sfrutta gli operai

Il 21 ottobre 1967 centomila manifestanti sfilano a Washington chiedendo la fine della guerra in Vietnam. Nell’opinione pubblica il consenso verso la guerra si incrina: ormai oltre il 50 per cento non solo è…


La Rivoluzione d'Ottobre
e il suo valore liberatorio

Presidente, colleghe e colleghi, vi chiedo un momento di attenzione. In mezzo ai lavori convulsi di questi giorni, una pausa di riflessione può far bene.Volevo ricordare un evento, di cui ricorre quest’anno il…