“Rimettere Di Vittorio al suo posto”:
Trentin e lo smarrimento della sinistra

È in uscita, a cura di Ilaria Romeo ed Andrea Ranieri un secondo volume dei diari di Bruno Trentin ("Bruno Trentin e l'eclissi della sinistra", Castelvecchi editore). Il primo, curato dallo scomparso…



Primo Maggio

C'è una sola festa civile che spinge gli uomini a uscire dai loro tenaci particolarismi, che supera i confini di tutte le patrie: è la festa del Primo Maggio. Centinaia di milioni di uomini e di…



amazon

Operai o soldatini?
La prova Amazon
per sindacato e sinistra

Nella fabbrica come in guerra. Il luogo di lavoro come una caserma, una trincea. Per combattere una dura, spietata, battaglia quotidiana. Sembra essere la filosofia cara ad Amazon. Cosicché considera…



Che cosa accade
se anche la Cgil
cancella l’informazione

Cara strisciarossa, in un momento in cui l’attenzione è rivolta ai grandi mutamenti nel mondo dell’editoria, ai passaggi proprietari, alle nuove concentrazioni, ai traslochi coatti di intere…



1956 i carri sovietici a Budapest,
Di Vittorio rompe l’omertà del Pci

Il 23 ottobre 1956 a Budapest un largo corteo popolare di solidarietà con la rivolta di Poznań, in Polonia, degenera in scontri tra polizia e dimostranti. La notte stessa il governo, presieduto dagli…



nei campi di pomodori

La fatica dei campi, i pelati del mercato. A scuola di sfruttamento. E di italiano

In estate, per diversi anni, ho partecipato a un progetto nelle campagne del foggiano - animato da un grande uomo, don Arcangelo Maira - dove si raggruppano i cosiddetti Ghetti, baraccopoli che…



Le due vite di Giacinto Militello
Tra lotte dei braccianti e l’Antitrust

Giacinto Militello è stato un autorevole dirigente sindacale, protagonista di importanti lotte bracciantili, poi segretario confederale della Cgil, e, più tardi, anche un manager, presidente…



Di Vittorio così celebrò Gramsci:
scienziato, capo rivoluzionario

Nel 1923, dopo la chiusura della Camera del lavoro di Bari, Di Vittorio decide di trasferire la famiglia a Roma.  Il 13 settembre 1925 lo arrestano. Scarcerato il 10 maggio 1926 non resta molto in…



Bruno Roscani, il sindacato, la sinistra
Un riformista e la sfida del mondo nuovo

“Io so’ nato a Ponte Milvio nel ’28. So’ nato e cresciuto alla Farnesina, praticamente; allora era composta fondamentalmente dai lotti di case popolari”. Così si presentava, in un libro,  Bruno…



Nei cortei di Budapest
il risveglio operaio
contro Orban

Non so perché ma quando sbarco dall’aereo a Budapest, negli ultimi gelidi giorni del dicembre 2018, mi rincorrono i fantasmi di due grandi giornalisti italiani: Indro Montanelli e Alberto Jacoviello.…



9 gennaio, l’eccidio nelle vie di Modena:
la polizia contro gli “operai inermi”

“Mitragliatori a fuoco incrociato contro cinquecento operai inermi”. Sono le parole drammatiche e angosciate con cui il 10 gennaio del 1950 – all’indomani dell’eccidio operaio – Gianni Rodari, grande…



Da Amendola, Matteotti, Gramsci, Trentin
un progetto per scoprire la Costituente

È un libro e ha un titolo che guarda al passato ma anche al presente: “Preludio alla Costituente”. Contiene le storie di donne e uomini come: Luigi Albertini, Argentina Altobelli, Giovanni Amendola,…