Camilleri, il maestro
tra ethos e narrazione
nazional-popolare

Lascerei il giudizio sull’opera di Andrea Camilleri al critici futuri, ammesso che qualche miracoloso rivolgimento agevoli la riapparizione di quegli ormai estinti, o quasi estinti, protagonisti della cultura.…


Perché le parole di Mussolini
sono tornate a essere "parole gridate"

Quando certe parole e i loro significati acquistano cittadinanza pubblica, contemporaneamente si consolidano immagini che sono il senso culturale e l’abito mentale di quelle parole. Così: la massa è…


C'era una volta la forza dell'egemonia
uccisa dalla "politica del presentismo"

Due articoli di notevole impegno, firmati da Pietro Spataro (23 febbraio, leggere qui) e Fernando Bruno (28 febbraio, leggere qui ), hanno riproposto su “Strisciarossa.it” il problema dell’egemonia, della sua…


Globalizzazione

Dappertutto essa deve ficcarsi, dappertutto stabilirsi, dappertutto stringere relazioni. Sfruttando il mercato mondiale la borghesia ha reso cosmopolita la produzione e il consumo di tutti i paesi. Essa…


La parola comunista
usata a sproposito
da terroristi e Salvini

Era da tempo che non si sentivano risuonare con tanta frequenza e con tanta grossolana soddisfazione le parole “comunista”, “comunisti”, “comunismo” (cui aggiungere i sinonimi “rosso”, “rossi”, “marxisti”),…


Perché Marx parla ancora a noi
e non si fa mettere in soffitta

Nel bicentenario della nascita stiamo facendo ancora una volta i conti con la vitalità del pensiero di Marx. Senza partiti e organizzazioni di massa che si rifacciano alle sue idee, senza più i marxismi che…


Marx è vivo e lotta insieme a noi:
un viaggio tra cinema, teatro, fumetti

Karl Marx colpisce ancora. In occasione del bicentenario della nascita il fiorire di convegni, studi e riflessioni ha dimostrato che il pensiero del filosofo tedesco è ancora attuale. Insomma, non solo Marx…


Caro Minniti,
ma a che serve
un capo senza idee?

Sostiene Marco Minniti: “Serve a ben poco discutere del programma, perché il programma non crea la connessione sentimentale con il popolo. Quella la può creare soltanto una persona, un capo”. Per farsi capire…


Noi giovani Pci e i carri sovietici a Praga
Forse è lì la radice della nostra crisi

Il 21 agosto del 1968 le mie vacanze erano già finite ed ero a Roma. Avevo 23 anni ed ero una fresca sposina. Naturalmente faceva caldo, molto caldo, e mio marito Marco, fra l’altro colpito da un fastidioso…


Ci lascia Claudio Lolli, lo zingaro felice e impenitente che cercava amore e sinistra

E' morto Claudio Lolli, poeta e menestrello di diverse generazioni generazioni. Aspro e dolce, innovativo e tradizionale, sorprendente sempre. Ci lascia un patrimonio di canzoni singolari e molto cantate,  ma…


Capire

Capire non è solo condannare. La condanna è importante, ma se resta solo condanna per me è una conoscenza povera: importante sul terreno etico, ma povera, magra, sul terreno politico dove contano molto le…


Lucio Magri, cronache dalla rivolta
del Sessantotto francese

Fino a poco tempo fa in Italia esistevano una serie di figure, donne e uomini impegnati nel discorso pubblico, figure intellettuali e politiche insieme, personaggi spesso eclettici e dotati prima ancora che di…