La prossima grande
migrazione e noi
niente panico, please

Se non il primo in assoluto, certo uno dei primi è stato il saggista americano Robert D. Kaplan, che nel 1994 con un articolo sulla rivista Atlantic annunciò The Coming Anarchy: l’incipiente arrivo…


Dopo Corbyn, Starmer l'europeista che vuole unire le anime Labour

Sir Keir Starmer è il nuovo segretario del Partito Laburista. Ha infatti stravinto l’elezione per decretare il successore di Jeremy Corbyn con il 56.2% dei voti contro il 27.6% della candidata corbynista…


Se anche Johnson
è costretto a riscoprire
il ruolo dello Stato

Dopo l’Italia, la crisi COVID-19 travolge anche gli altri Paesi d’Europa e colpisce anche il Regno Unito in un momento estremamente delicato per il Paese. Il 31 gennaio 2020 il Regno Unito è uscito…


Londra città chiusa
agli immigrati, la Brexit
taglia il mondo fuori

Alla fine l’hanno chiusa davvero, la frontiera dei sogni. Tre anni e mezzo dopo un contestatissimo referendum vinto di misura dagli euroscettici, il governo conservatore guidato da chi in quella campagna…


Brexit, trattativa
infinita. Per Johnson
arrivano le spine

Tra dimissioni e rimpasti, il governo di Boris Johnson si presenta baldanzoso, ma anche impreparato e caotico, all’inizio delle trattative con l’Unione Europea, fissato per il 3 marzo. Pena una permanente…


La follia inglese?
Un vero classico

Certe forme della melanconia sono state a lungo considerate come specificamente inglesi; era un dato medico (Sauvages parla di “melancolia anglica ou taedium vitae) e anche una costante letteraria. Montesquieu…


Le ragioni della sconfitta di Corbyn
L'uomo giusto al momento sbagliato

Jeremy Corbyn diventa leader del Labour dopo le dimissioni di Ed Miliband seguite alla vittoria a sorpresa del conservatore David Cameron nelle elezioni del 2015. Quella stessa vittoria determina il referendum…


corbyn

Le ragioni della sconfitta di Corbyn
L'inquietante strategia dei conservatori

Tutte le sconfitte sono dolorose, sia individuali che collettive. Alcune però lo sono più di altre e anche a un mese di distanza, quella del Labour Party alle elezioni politiche nel Regno Unito è senz'altro…


gran bretagna Corbyn Johnson

Tre ragioni per la sconfitta di Corbyn
L'inquietante strategia dei conservatori

Tutte le sconfitte sono dolorose, sia individuali che collettive. Alcune però lo sono più di altre e anche a un mese di distanza, quella del Labour Party alle elezioni politiche nel Regno Unito è senz'altro…


Labour, se The Many
pensano come
se fossero the Few

Spesso la semplificazione diventa inevitabile, perché rinvia ai limiti della cultura prevalente della società in un dato momento storico. Così gli individui, di fronte ad una situazione di impotenza e di…


Corbyn estremista?
No, non doveva
riproporre il referendum

Innanzitutto vale la pena ricostruire un poco di storia pre-elettorale: dopo il referendum del 2016, alle vittoriose elezioni del 2017 e per un anno dopo di queste la posizione del Labour guidato da Corbyn è…


Trionfa Johnson,
Europa addio. Pesante sconfitta per Corbyn

Boris Johnson è ora al timone del Regno Unito, con una maggioranza di trecentosessantuno seggi, ben più dei trecento ventisei sufficienti per governare. BoJo sta incarnando con successo non le élite, ma un…