"Care compagne e cari compagni": 13 storie per raccontare il Pci

IL LIBRO - La differenza tra il prima e il dopo sta in larga parte in un pronome. Una volta era “noi”. Una volta “gli operai venivano da te incazzati e le incazzature le facevi diventare proposte. La stessa…


1956 i carri sovietici a Budapest,
Di Vittorio rompe l'omertà del Pci

Il 23 ottobre 1956 a Budapest un largo corteo popolare di solidarietà con la rivolta di Poznań, in Polonia, degenera in scontri tra polizia e dimostranti. La notte stessa il governo, presieduto dagli…


Le conseguenze della svolta di Occhetto
e la lezione di Lucio Magri sulla sinistra

Poiché io giro molto per l’Europa mi capita di sentirmi ancora chiedere: “ma perché fu sciolto il PCI?”. E’ una domanda che non proviene solo dalla sinistra cosiddetta radicale, ma persino dai…


Da Amendola, Matteotti, Gramsci, Trentin
un progetto per scoprire la Costituente

È un libro e ha un titolo che guarda al passato ma anche al presente: “Preludio alla Costituente”. Contiene le storie di donne e uomini come: Luigi Albertini, Argentina Altobelli, Giovanni Amendola, Bruno…


Compagno

Caro compagno… certo è difficile dire oggi questa parola. Non capiscono più in che senso lo dicevamo. E’ una bella parola ed è un bel rapporto quello tra compagni. E’ qualcosa di simile e diverso da amici.…


Noi giovani Pci e i carri sovietici a Praga
Forse è lì la radice della nostra crisi

Il 21 agosto del 1968 le mie vacanze erano già finite ed ero a Roma. Avevo 23 anni ed ero una fresca sposina. Naturalmente faceva caldo, molto caldo, e mio marito Marco, fra l’altro colpito da un fastidioso…


Così il popolo comunista salutò il suo segretario. I funerali di Togliatti

Il 21 agosto 1964, diciotto ore dopo l’ultimo intervento chirurgico, muore a Jalta Palmiro Togliatti. Recita l’ultimo bollettino medico diramato: “Alle ore 13 del 21 agosto si è manifestata nel compagno…


Capire

Capire non è solo condannare. La condanna è importante, ma se resta solo condanna per me è una conoscenza povera: importante sul terreno etico, ma povera, magra, sul terreno politico dove contano molto le…


Quell'ignobile oltraggio ad Aldo Moro
che nessuno si affretta a cancellare

E’ una scritta oscena, tremenda, apparsa su un muro di Roma, la capitale d’Italia. E’ tracciata con lettere cubitali rosse e dice: “Chi cazzo se ne frega se è morto Aldo Moro”. E’ una scritta immobile,…


La lezione di Reichlin e le nuove strade

Come ricordare Alfredo Reichlin un anno dopo? Era avvertito e ci aveva avvertiti quando, sentendo consumare le proprie forze, aveva affidato a l'Unità, il giornale in cui da ragazzo aveva messo alla prova la…


Difesa

Personalmente ritengo che non siano affatto da disprezzare o da considerare sbagliate tutte le lotte di difesa. In certe fasi già difendersi è importante: mantiene posizioni e apre spazi per il futuro. Solo i…


Ciao Lina Fibbi, partigiana comunista
operaia e dirigente della Cgil

Ciao Lina Fibbi. Ho ancora in mente una sua aspra telefonata. Eravamo negli anni settanta. Io facevo parte della redazione de “l’Unità” di Milano, lei era segretaria di quella che si chiamava allora…