Si può

Bisogna spalancare le finestre e cominciare la giornata esclamando che si può, si può, si può, si può. Si può, quando stai per affogare tra i flutti dei luoghi comuni e dei complessi di inferiorità, gridare ragionatamente merda o qualche cosa del genere al preciso indirizzo di uno che a tuo convinto avviso comanda a torto, e poi riprendere la nuotata in gara coi delfini verso l’avvenire.

Cesare Zavattini