Pieni poteri

E’ stato detto da qualcuno che è urgente confidare i pieni poteri al governo. Il Parlamento – eletto dai cittadini – votando la legge di delegazione, li abbandonerebbe all’arbitrio. Sembra a noi che chiunque abbia ferma coscienza dei propri diritti e doveri di rappresentante della nazione, non possa rendersi complice della concessione dei pieni poteri, la quale segnerebbe nella storia della nostra vita nazionale il precedente meno degno, e più pericoloso.

Giacomo Matteotti, 1922