La sinistra travolta
le vostre lettere

Perché la sinistra ha subìto una sconfitta così pesante il 4 marzo, la peggiore della storia repubblicana? Quali sono gli errori commessi che hanno spinto milioni di elettori ad abbandonare il Pd e le altre formazioni? E perché anche Liberi e Uguali, che avrebbe dovuto raccogliere l’area dello scontento, ha fallito nel suo obiettivo? Che cosa deve fare oggi la sinistra e quali nuove idee deve mettere in campo per ricominciare ad essere credibile e per ritrovare il suo popolo? Quali sono i temi sui quali rifondare una sinistra moderna che non abbia paura di se stessa?

Sono le domande che ogni elettore di sinistra si sta facendo dal giorno dopo le elezioni. Certo, sono domande difficili, ma ineludibili. Dalle risposte che si daranno dipenderà il futuro della sinistra in Italia e la possibilità di fermare il suo declino.

Noi di strisciarossa crediamo che su questo si debba discutere apertamente, che occorra aprire un confronto senza reticenze e senza steccati. E pensiamo che questa riflessione non possa essere esclusiva dei gruppi dirigenti direttamente responsabili di questo disastro che finora hanno balbettato. E’ necessario aprire le porte, sollecitare passioni e pensieri. Ascoltare le persone, sentire da loro dove si è sbagliato e che cosa fare per correggere. Vogliamo che siate voi lettori, voi elettori delusi, a dirci come la pensate.

Perché la vostra voce, in questo silenzio assordante, è una cosa importante. Ed è utile che si possa sentire per aiutare la sinistra a riprendere il cammino.

Scrivete a redazione@strisciarossa.it.