Non in nome mio

Ci tengo, quale cittadino italiano, a dire questa frase: non in nome mio. Attenzione, stiamo entrando assolutamente in un regime di violenza, di prepotenza. E’ una cosa oscena, perché i porti devono essere aperti a tutti, mai chiusi, perché spesso sono la riva sognata da migliaia di persone. Questa è un’ossessione, rendetevene conto. Non in nome mio. Io mi rifiuto di essere un cittadino italiano complice di questa nazista volgarità.

Andrea Camilleri