Governi anomali
similitudini e differenze
tra Spagna e Italia

Spagna e l’Italia si assomigliano? Da qualche tempo in qua sembrerebbe di sì, almeno sul piano politico. Vediamo.

Nelle stesse ore in cui si è consolidata l’ipotesi di un governo Pd-M5S in Italia, in Spagna è continuata a distanza la trattativa per un governo PSOE-Podemos. Nei due casi è in corso, con alti e bassi, un avvicinamento “problematico” tra una forza di orientamento social-democratico (il Pd in Italia, il Psoe in Spagna) e una forza populista “antisistema” (M5s in Italia, Podemos in Spagna).

Disparità sociali dopo i governi di destra

spagnaIn entrambi i paesi le terapie applicate dai governi di centro destra e di centro sinistra per attenuare gli effetti della crisi economica e sociale esplosa nel 2008 hanno comportato crescenti disparità sociali. La sinistra, quella moderata e quella radicale, deve ora confrontarsi con problemi strutturali di grande portata. In primo luogo la questione ambientale e le crescenti disuguaglianze sociali a livello nazionale e internazionale (terzo mondo ma non solo). Tali questioni sono alla base di una generale insicurezza e provocano reazioni scomposte (specie tra i settori dei ceti medi il cui status tende a scendere) che l’estrema destra tenta (a volte con successo) di capitalizzare a suo vantaggio. Vedasi l’Italia di Salvini,con la sua feroce ossessione antimigratoria e “aporofobica” ( termine utilizzato dalla filosofa Adela Cortina per identificare il disprezzo verso i poveri, specie di altre razze).

L’estrema destra familistica prende forza

italiaIn mancanza di risposte adeguate a queste questioni, l’estrema destra (quella illiberale) cerca di recuperare vecchie tradizioni politiche di stampo autoritario (post franchista in Spagna, post fascista in Italia) adattandole alla situazione attuale. La destra democratica appare seriamente indebolita nei due paesi a vantaggio dei gruppi e partiti apertamente reazionari. Il che indebolisce un sano ricambio delle classi dirigenti e cristallizza i fenomeni familistici e castali.

Pesano in ogni caso caratteristiche specifiche e tendenze storiche profonde tipiche delle due società. Nel caso italiano il trasformismo e il populismo (non tanto postfascista quanto peronista), nel caso spagnolo (il franchismo non è mai stato un fenomeno populista) lo scontro secolare tra centralismo e decentramento statale (questione basca e catalana).