Europa

Oggi l’Europa è ancora l’ultimo baluardo dell’individualismo, e forse l’iperteso spasmo dei popoli, il nazionalismo, con tutta la sua violenza, è pur sempre una ribellione inconscia, ultimo disperato tentativo di difendersi dall’appiattimento. Ma proprio la forma spastica di difesa rivela la debolezza. Già il genio della monotonia è all’opera per cancellare l’Europa, l’ultima Grecia della storia, dalla lavagna epocale.

Da “La patria comune del cuore” di Stefan Zweig